(Ansa) La strage di Ustica avvenne a causa di un missile e non di una esplosione interna al Dc9 Itavia con 81 persone a bordo, e lo Stato deve risarcire i familiari delle vittime per non aver garantito, con sufficienti controlli dei radar civili e militari, la sicurezza dei cieli. Lo sottolinea la Cassazione in sede civile nella prima sentenza definitiva di condanna al risarcimento. E’ la prima verità su Ustica dopo il niente di fatto dei processi penali.

La sentenza di primo grado, il testo – Il commento di Antonio Verrilli


CONDIVIDI
Articolo precedentePolitiche 2013, i programmi di tutti i candidati, completi e navigabili
Articolo successivoPatto di Stabilità: la deadline per gli enti locali è il 30 gennaio

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here