E’ stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 290 del 13 dicembre 2012 il decreto legislativo 15 novembre 2012, n. 218 che introduce delle modifiche e integrazioni al Codice delle leggi antimafia (decreto legislativo 6 settembre 2011, n. 159).

La legge n. 136/2010 (recante Piano straordinario contro le mafie, nonché delega al Governo in materia di normativa antimafia) ha infatti stabilito che entro tre anni dalla data di entrata in vigore del decreto legislativo n. 159/2011, il Governo può apportare disposizioni integrative e correttive del Codice antimafia.

Il decreto legislativo n. 218/2012 entrerà in vigore il prossimo 28 dicembre ed è composto da due parti: la prima (Capo I) contiene disposizioni correttive in materia di amministrazione dei beni sequestrati e confiscati e di rilascio della documentazione antimafia, mentre la seconda parte (Capo II) reca disposizioni transitorie e di coordinamento.


Per quanto riguarda l’entrata in vigore del Codice delle leggi antimafia, il decreto correttivo stabilisce che le disposizioni del libro II, capi I, II, III e IV, entrano in vigore decorsi due mesi dalla data di pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale del suddetto decreto correttivo. Dunque, il nuovo sistema delle informative antimafia entrerà in vigore il 13 febbraio 2013 e saranno abrogati il decreto legislativo n. 490/1994 e i D.P.R. n. 252/1998 e n. 150/2010.


CONDIVIDI
Articolo precedenteLegge Stabilità 2013, barcolla ma non molla
Articolo successivoDecreto sviluppo bis in Gazzetta Ufficiale. Il testo aggiornato

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here