E’ in vigore da oggi il nuovo testo del codice del processo amministrativo (qui il testo del codice del processo amministrativo coordinato, in vigore dal 3 ottobre 2012).

Si tratta del decreto legislativo 2 luglio 2010 n. 104 (“Attuazione dell’articolo 44 della legge 18 giugno 2009, n. 69, recante delega al governo per il riordino del processo amministrativo”), già modificato dal primo decreto correttivo, approvato con decreto legislativo 15 novembre 2011 n. 195, ed ora nuovamente per effetto del secondo decreto correttivo, approvato con decreto legislativo 14 settembre 2012 n. 160.

Sulle novità introdotte dal secondo decreto correttivo, si segnala il solito prezioso commento, di Rosanna De Nictolis, consigliere di Stato, pubblicato sul sito della Giustizia Amministrativa, di cui riportiamo il sommario (cliccabile, per accedere al testo completo dell’articolo)


1. Quadro di insieme, entrata in vigore, regime transitorio

2. Le novità in materia di competenza

2.1. Profili generali

2.2. L’eccezione di incompetenza e il rilievo della incompetenza di ufficio

2.3. La decisione del giudice di primo grado sulla competenza

2.4. Rimedi contro l’ordinanza che decide sulla competenza

2.5. La tutela cautelare in pendenza del regolamento di competenza e la sorte dei provvedimenti cautelari resi dal giudice incompetente

2.6. Lo svolgimento dell’incidente sulla competenza davanti al Consiglio di Stato

2.7. Lo spostamento della competenza per ragioni di connessione

3. Il contenzioso elettorale preparatorio

4. Il principio di sinteticità e la chiarezza del ricorso introduttivo

5. L’azione di condanna e la mancata introduzione della atipicità delle azioni e del termine di un anno per l’azione risarcitoria

6. I criteri di formazione dei collegi giudicanti e i calendari di udienze e collegi

7. Il rito del giudizio di opposizione a decreto decisorio

8. Il termine di deposito dell’appello incidentale tardivo

9. Il giudizio cautelare di appello

10. Il potere della plenaria di restituire gli atti alla sezione remittente

11. Il giudizio di annullamento con rinvio

12. Il giudizio cautelare in relazione a sentenze del Consiglio di Stato

13. Il rito abbreviato comune

14. L’espunzione (formale) della giurisdizione sul contenzioso Consob

15. Giurisdizione e competenza in materia di provvedimenti adottati in situazioni di emergenza

16. La firma digitale

Qui il testo del codice del processo amministrativo coordinato, in vigore dal 3 ottobre 2012


CONDIVIDI
Articolo precedenteLe novità in materia edilizia introdotte dall’art. 13 del Decreto Sviluppo 2012
Articolo successivoResponsabilità da contatto sociale: il quasi pensionato maleinformato va risarcito

1 COOMENTO

  1. … la complessità e cosi …….. esasperata … da non poter dare .. nessun giuduzio ….. come al solito le cose fatte in italia … sono fatte per addetti ai lavori ……. e per essere
    utilizzate a discrezione …… continuiamo cosi ……. e il distacco della gente dalle istituzioni
    sarà sempre maggiore …….

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here