“Con il decreto sanità in conversione alle camere si porta a compimento il dispositivo della spending review“. Lo ha affermato il ministro della Sanità Renato Balduzzi all’inaugurazione della nuova sede dell’azienda cesenate Technogym.

Con questo provvedimento prosegue la linea rigida del governo sui conti pubblici, dunque, dato che, sempre ad avviso di Balduzzi “già in estate con la spending review si era puntato il dito sulla necessità di spendere meno per spendere meglio. Molto è già stato fatto”.

E ora, con il nuovo testo al vaglio del Parlamento per la conversione in legge, ha affermato il ministro “è inclusa una serie di strumenti tenere sotto controllo la spesa sanitaria delle Regioni e allo stesso tempo garantire i livelli di tutela della salute. Questo è l’obiettivo”.


Il ministro della Salute, insomma, continua a difendere il provvedimento, nonostante il parere negativo espresso dalle Regioni proprio in questi giorni.

E a proposito di Regioni e degli scandali che, da nord a sud, si sono abbattuti negli ultimi tempi sugli enti regionali, Balduzzi invita a non generalizzare: Bisogna saper distinguere e non fare di tutta l’erba un fascio”.

Insomma, nella visione del tecnico Balduzzi, “la buona politica è nascosta dalla cattiva politica” anche se, nello specifico degli ultimi, rumorosi casi di sprechi milionari, manifesta la convinzione che “bisogna reagire in questa situazione”.

Secondo il ministro della Salute, dunque, è del tutto legittimo lo sconcerto crescente dell’opinione pubblica: “Qualunque cittadino onesto e in buona fede reagisce indignato di fronte a questo genere di comportamenti”.

E, sulla possibilità che il governo promuva un ulteriore decreto, per realizzare tagli profondi sul fiume di denaro che continua a defluire verso le casse dei partiti il ministro Balduzzi ha auspicato che “si adottino comportamenti adeguati e dunque regole adeguate“.

Sulla visita del premier Mario Monti a New York, con il discorso pronunciato di fronte all’assemblea generale delle Nazioni Unite, Balduzzi ha infine commentato: “L’Italia ha tante risorse e il Presidente del Consiglio è riconoscuto come una di queste, in questo momento particolarmente importante”.


CONDIVIDI
Articolo precedenteLe casse di previdenza non pagano, la legge non le sanziona
Articolo successivo“Il parto naturale può causare dolore acuto” non uno slogan, ma un’esenzione da responsabilità

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here