Pubblichiamo il testo aggiornato del decreto sanità, nell’ultima versione attesa in Consiglio dei ministri oggi 5 settembre alle 15:45. Il Ministro della Salute Renato Balduzzi porterà oggi al cospetto degli altri membri di governo un documento unitario, che va a modificare alcune disposizioni normative già in vigore e a introdurne di nuove, alcune delle quali già molto discusse.

Tra i capitoli più attesi, la norma sul consumo delle bevande alcoliche, l’istituzione degli ambulatori unici aperti 24 ore su 24 e 7 giorni su 7, la stretta al consumo di sigarette per i minori. Da ultimo, sono entrate anche nella bozza finale misure rigide contro le ludopatie, tramite l’aggiornamento delle specifiche ai livelli essenziali di assistenza, e un’opposizione decisa alla pubblicità tramite tv e radio del gioco d’azzardo legalizzato.

A conferma della forte inclinazione del decreto a promuovere nella popolazione uno stile di vita corretto, figurano, poi, nel cuore del testo anche delle modifiche alla disciplina in materia di sicurezza alimentare.


Il testo, di vita breve ma già travagliata, è dunque arrivato a una stesura compiuta, dopo la brusca frenata della settimana scorsa, che aveva fatto slittare improvvisamente il Consiglio dei ministri, inizialmente previsto per venerdì scorso 31 agosto. A generare dissidi erano infatti state le disposizioni sulla tassa prevista per il consumo di bevande gassate, uno dei punti su cui verteva l’idea originaria del decreto, in bilico tra sanità tout court e stili di vita.

Tra poche ore, il decreto verrà licenziato dal Consiglio dei ministri per avviare, così, il suo iter parlamentare.

Leggi il testo del decreto sanità presentato oggi in Consiglio dei ministri a firma del ministro Renato Balduzzi


CONDIVIDI
Articolo precedenteIncentivi per il fotovoltaico, necessaria la partita IVA
Articolo successivoAnalisi del prof. Onida sul riordino delle province: e le funzioni?

2 COMMENTI

  1. […] il Ministro Fornero ha anche bocciato l’ipotesi (con riferimento all’emendamento al c.d. Decreto Sanità che consentirebbe una deroga alla riforma pensionistica per i lavoratori della sanità) che la […]

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here