La legge 7 agosto 2012 n. 134, di conversione del decreto legge 22 giugno 2012 n. 83, recante “misure urgenti per la crescita del Paese”, é stata pubblicata in Gazzetta Ufficiale l’11 agosto ed è in vigore dal giorno successivo (12 agosto).

Qui i commenti al “decreto sviluppo” e qui il testo coordinato.


CONDIVIDI
Articolo precedenteLe maglie dell’Antitrust sul sito di prenotazioni online eDreams
Articolo successivoUn mese di ferie per la classe politica. Slitta la legge elettorale

4 COMMENTI

  1. […] ad agosto, il Decreto Sviluppo (D.L. 83/2012) all’art. 13-ter ha rimaneggiato la disciplina, precisando inoltre le modalità di esonero […]

  2. Sinceramente potremmo definirlo, in alcune parti, sopratutto gli articoli del Titolo II
    aberranti; Come può adempiere a tutti gli obblighi imposti un’Amministrazione Comunale con appena quattro dipendenti? Sappiamo tutti che già soffrono i Comuni grandi che hanno molta disponibilità di risorse umane immagginiamo quelli con popolazione poco più di mille abitanti senza citare quelli con popolazione inferiore.
    Cosa devono fare prima i dipendenti?

    Nessun legislatore si è e si degna di calarsi nella vera realtà dei Comuni piccoli.
    da molti anni hanno parlato di unione ma senza obbligare gli amministratori ad adempiere; forse inizieranno quest’anno.

    Si chiudono nelle loro stanze e pensano che tutte le amministrazioni locali riescono, a garantire/offrire i servizi più disparati possibili. Sono convinti che le picole realtà sono solo quelle che sperperano, infatti continuano sempre più a tagliare i trasferimenti.
    Nessuna realtà locale, ad eccezione di qualche mosca bianca, nel tempo ha investito sulle risorse umane (aggiornamenti professionalità).

    E adesso oltre al conclamato sconforto (peggiori diritti, peggiori stipendi – ultima categoria dei contratti , ecct.) in cui riversano i dipendenti, devono subbire sempre più umiliazioni.
    Basta fare il nome del Grande ministro Brunetta.
    Provate a fare la differenze di stipendio che intercorre tra un dipendente dei ministeri, un dipendente delle Regioni e un dipendente dei Comuni di pari livello.

  3. […] Decreto Sviluppo, convertito dalla legge 7 agosto 2012, n. 134 e in vigore dal 12 agosto, contiene un interessante […]

  4. […] dei ministri di oggi è, senza dubbio, il beneamato rilancio dell’economia cominciando dal secondo pacchetto “sviluppo” che il ministro Passera ha già pronto. Questo piano si struttura in sei punti, ognuno di capitale […]

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here