L’Aula del Senato con 169 no, 109 sì e 16 astenuti ha rigettato, a scrutinio segreto, la richiesta dei pm di arresti domiciliari per il senatore del Pdl Sergio De Gregorio coinvolto nell’inchiesta sul faccendiere Valter Lavitola. L’aula di Palazzo Madama ribalta così il verdetto della Giunta per le autorizzazioni a procedere. Votano a favore Pdl e Lega contro il Pd e Idv.

 


CONDIVIDI
Articolo precedenteNomine Agcom e Privacy: addio trasparenza. Il Parlamento ratifica la spartizione dei partiti
Articolo successivoSpending review, ko del Governo

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here