Il ministero dell’Economia e delle Finanze ha approvato lo schema di due decreti  legge sulla compensazione dei crediti nei confronti delle Regioni, degli Enti locali e degli Enti del Servizio Nazionale Sanitario.

Il primo schema di decreto  concerne le modalità con le quali i crediti non prescritti, certi, liquidi ed esigibili, maturati nei confronti delle Regioni, degli Enti locali e degli Enti del Servizio Nazionale Sanitario per somministrazione, forniture e appalti, possono essere compensati con le somme dovute a seguito di iscrizione a ruolo, ai sensi dell’articolo 31, comma 1-bis, del decreto-legge 31 maggio 2010, n. 78, convertito, con modificazioni dalla legge 30 luglio 2012, n. 122. (Decreto 1 – Bozza 22 maggio 2012 – Art. 31 D.L. n. 78/2010: introduzione della possibilità di compensare i crediti non prescritti, certi, liquidi ed esigibili, maturati nei confronti di regioni, enti locali ed enti del SSN con le somme dovute iscritte a ruolo).

Il secondo schema di decreto concerne le modalità con le quali i crediti non prescritti, certi, liquidi ed esigibili, maturati nei confronti delle Regioni, degli Enti locali e degli Enti del Servizio Nazionale Sanitario per somministrazione, forniture e appalti, possono essere compensati con le somme dovute a seguito di iscrizione a ruolo, ai sensi dell’articolo 9, commi 3-bis e 3-ter, del decreto-legge 29 novembre 2008, n. 185, convertito, con modificazioni dalla legge 28 gennaio 2009, n. 2 e successive modificazioni e integrazioni. (Decreto 2 – Bozza 22 maggio 2012 – Art. 9 D.L. n. 185/2008: introduzione della facoltà, per Regioni ed enti locali, di certificare i caratteri di certezza, liquidità ed esigibilità dei crediti).


____________________________________________________

Sulla novità si segnala il Convegno organizzato da Maggioli “LA PARTECIPAZIONE DELLE IMPRESE AGLI APPALTI – Come affrontare la gara e gestire i crediti con la p.a., Verona, giovedì 21 giugno


CONDIVIDI
Articolo precedenteFinanziamenti ai partiti: subito riduzione, poi dimezzamento
Articolo successivoSegretari con funzioni da Direttore

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here