E’ stato attivato qualche giorno fa il Portale dei Servizi Telematici (di cui all’art. 6 del DM 44/2011) del Ministero della Giustizia.

I servizi resi disponibili sono raggruppati in due sezioni; una prima ad accesso libero che racchiude i servizi disponibili per tutti i cittadini (senza necessità di identificazione) ed una seconda ad accesso riservato per i soggetti abilitati esterni. Per entrare in questa seconda sezione “riservata” è necessario procedere all’identificazione informatica tramite Carta Nazionale dei Servizi (CNS) o Carta di Identità Elettronica (CIE), ovvero con Carta Multiservizi Giustizia (carta modello AT), secondo quanto stabilito nel DM 44/2011 e nelle specifiche tecniche diramate il 18 luglio 2011.

I servizi “riservati” comprendono: la consultazione dei registri, l’accesso al Registro Generale degli Indirizzi Elettronici, l’applicazione per i pagamenti telematici.

I servizi ad accesso libero comprendono: informazioni sui servizi telematici attivi presso gli Uffici Giudiziari, l’elenco pubblico dei punti di accesso, la consultazione pubblica dei registri (con visualizzazione in forma anonima), il portale delle procedure concorsuali.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


1 COOMENTO

SCRIVI UN COMMENTO

Scrivi il tuo commento!
Inserisci il tuo nome