Nell’ambito delle risoluzioni 2042 e 2043 votate dal Consiglio di Sicurezza delle Nazioni unite, il Consiglio dei ministri ha autorizzato ieri una missione di pace di militari italiani in Siria nel ruolo di “osservatori delle Nazioni unite”. E, come tali, disarmati.

La missione interesserà fino ad un massimo di diciassette militari. I primi cinque saranno in Siria già dalla prossima settimana.

L’Italia si è attivata fin dalle prime ore per dare sostegno alla missione umanitaria avviata dall’Onu in rispetto delle risoluzioni 2042 e 2043. Ed ha subito messo a disposizione aerei per il trasporto di mezzi e equipaggiamenti destinati agli “osservatori” impiegati in Siria.


CONDIVIDI
Articolo precedenteLegge elettorale siciliana: scemo chi legge
Articolo successivoCambio di residenza senza più file allo sportello

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here