La Regione Sardegna ha impugnato la legge “Salva Italia” fortemente voluta dal governo Monti, in quanto conterrebbe  disposizioni ritenute ”incostituzionali e gravemente lesive” delle attribuzioni di una regione a Statuto Speciale come quella sarda. In particolare il ricorso riguarda l’art.13 (anticipazione Imu), l’art.14 (tributo comunale su rifiuti e servizi), l’art.16 (tassa su auto di lusso, barche e aerei), l’art.23 (tagli costi di funzionamento del governo e enti locali), l’art.31 (liberalizzazione orari negozi) e l’art.48 (oneri derivanti dalla legge da vincolare all’erario per 5 anni).


CONDIVIDI
Articolo precedenteNo all’aumento del contributo unificato: consegnato l’appello di LeggiOggi
Articolo successivoLinguaggio e Diritto: come godo nel non farti capire nulla!

1 COOMENTO

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here