Un anno è soltanto un anno.

E una rivista giuridica web, è soltanto una rivista giuridica web.

E’ quello che ci metti dentro (nell’anno, e nella rivista), a fare la differenza.


E noi ci abbiamo messo dentro l’anima. Un’anima non negoziabile.

Ci abbiamo messo dentro le battaglie che ritenevamo giuste, le opinioni brillanti, le osservazioni critiche, i testi in anteprima, la tecnica giuridica, la rabbia, le invettive feroci contro qualche obbrobrio legislativo, l’ironia pungente.

Ci abbiamo messo dentro le speranze di una nuova rampante generazione abbandonata sempre più a sé stessa, che vede il glorioso futuro che le hanno promesso nelle aule universitarie rubato ogni giorno dai soliti raccomandati e dai figli di amici degli amici.

Ci abbiamo messo dentro le nostre passioni, dal diritto alla tecnologia passando per i libri, ognuno a modo suo, ognuno con il proprio talento, ognuno con il proprio tempo.

Le pagine si sono così riempite, e le cose che andavano dette, sono state dette.

A volte bene, altre volte meno bene.

Non importa.

Andavano comunque dette.

Perché dovevano arrivare. E non solo a chi ha una laurea o all’alto dirigente.

Non c’è errore più grande di chiudersi nel proprio ristretto orticello dorato.

L’èlite, lasciamola agli eletti.

A noi piace stare in trincea.

Muoverci schivando il costante bombardamento di news e di titoli.

Fare delle scelte.

Dare chiavi di lettura semplici, ma non per questo superficiali. Spiegazioni comprensibili, ma non per questo banali.

E se anche uno soltanto dei nostri oltre mille articoli pubblicati, ha oltrepassato l’overdose di comunicazione ed è servito per informare, per creare un’opinione, per fare arrabbiare o solo sorridere.. beh, allora ne è valsa la pena. Abbiamo svolto il nostro compito. Abbiamo onorato il nostro impegno.

LeggiOggi vola basso, appare innocuo, sembra insignificante. A volte sottovalutato. Parla sottovoce, non urla.

Eppure è un “padrone” del web giuridico.

E spesso arriva prima. Quando nessuno lo vede neanche partire.

LeggiOggi è una sorpresa. LeggiOggi è la scommessa vinta di una difficile sfida professionale.

Ci siamo fatti strada, post dopo post, news dopo news.

Abbiamo lottato per un post, ci siamo ammazzati di fatica, per un post.

E adesso, dopo un anno, sommando tutti quei post, viene fuori una sola piccola pesante verità.

L’onestà.

LeggiOggi è paurosamente onesto.

E questo si chiama anche coraggio. Di metterci la faccia, di metterci la firma.

LeggiOggi, da solo, non esiste.

LeggiOggi esiste perché ci sono volti, ci sono nomi e ci sono cognomi.

E’ questo che fa la differenza.


CONDIVIDI
Articolo precedenteHappy Birthday LeggiOggi
Articolo successivoItalia, un paese per vecchi: 144,5 anziani ogni 100 giovani

2 COMMENTI

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here