E’ stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 34 del 10 febbraio 2012 l’accordo 19 gennaio 2012, sul documento proposto dal Tavolo di consultazione permanente sulla sanità penitenziaria recante «Linee di indirizzo per la riduzione del rischio autolesivo e suicidario dei detenuti, degli internati e dei minorenni sottoposti a provvedimento penale».

L’accordo, approvato in Conferenza Stato Regioni, prevede la costituzione, entro tre mesi, in ogni Regione di un gruppo di lavoro che dovrà elaborare un programma operativo di prevenzione dei suicidi in carcere.

Il programma prevede la tutela della vita dei detenuti, attraverso lo sviluppo della capacità di intercettare e trattare con tempestività stati di disagio psicologico e di disturbo psichico o altri tipi di fragilità, attivando un coordinamento funzionale delle diverse figure professionali presenti con l’obiettivo di contenere il rischio di suicidi e di comportamenti autolesivi in carcere.


Qui il testo dell’accordo.


CONDIVIDI
Articolo precedenteInformatizzare non basta, occorre creatività
Articolo successivoBisognava scegliere, e scegliere bene…

1 COOMENTO

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here