Dal prossimo  anno scolastico, gli studenti di tutte le scuole statali dovranno adottare nuovi libri di testo in formato digitale.

Quella che può definirsi la “svolta hi- tech” dell’editoria scolastica è stata resa nota dal Ministero dell’Istruzione con la circolare n. 18 del 9 febbraio 2012. A partire dall’anno scolastico 2012/2013 i libri di testo  utilizzati dovranno essere realizzati in forma mista in parte cartacea e in parte in formato digitale, oppure saranno interamente  scaricabili da Internet.

Addio dunque ai pesanti e ingombranti libri scolastici. I vecchi tomi di carta verranno completamente messi al bando. La nota ministeriale precisa inoltre che dovranno adeguarsi alle nuove disposizioni anche i testi utilizzati a partire  dall’anno scolastico 2008/2009. Una fase di transizione al nuovo formato che proseguirà fino alla scadenza del vincolo pluriennale  previsto per alcuni testi scolastici, che ha cadenza quinquennale nella scuola primaria, mentre è di  sei anni nella  scuola secondaria di primo e secondo grado. Infine nella circolare ministeriale è stato specificato anche che le istituzioni scolastiche dovranno provvedere ad  affiggere all’albo dell’istituto  e a pubblicare nel proprio sito web  l’elenco dei libri di testo adottati,  specificando i testi obbligatori di ogni singola  sezione e  quelli  soltanto consigliati,da acquistare liberamente.

 


CONDIVIDI
Articolo precedenteDl liberalizzazioni e milleproroghe: settimana incandescente in Senato
Articolo successivoTar, pannelli fotovoltaici ammissibili anche nelle aree vincolate

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here