Ieri il Governo ha nominato, su proposta di Monti, Giancarlo Coraggio a Presidente del Consiglio di Stato.

E’ stato presidente della Corte di giustizia federale, il massimo organo di giustizia della Federazione Italiana Calcio, che ha diretto dalla sua costituzione (2007) sino a pochi giorni fa. Si era dimesso, con un lettera inviata al presidente della FIGC Abete, a seguito delle critiche ricevute dal parere dell’ 11 gennaio, adottato dalla Sezione Consultiva della Corte di giustizia federale, da lui presieduta.

Il parere aveva stabilito che Claudio Lotito, attuale presidente della Lazio, non dovesse essere sospeso dal Consiglio federale, per effetto della condanna in primo grado nel processo di Napoli, Calciopoli.


Giancarlo Coraggio, 71 anni, napoletano, è stato anche presidente aggiunto del Consiglio di Stato e della Sezione consultiva per gli atti normativi; giudice ordinario dal 1965 al 1969, sostituto procuratore generale della Corte dei Conti dal 1969 al 1975. Divenuto giudice amministrativo, nel 1981 ha presieduto il Tribunale Amministrativo Regionale delle Marche e, successivamente, il TAR Campania.


CONDIVIDI
Articolo precedenteConsiglio di Stato: Power Balance? Tutte sciocchezze…
Articolo successivoL’errore giudiziario, Zola e l’affaire Dreyfus: “La verità in cammino”

1 COOMENTO

  1. […] Cerimonia non solo d’inaugurazione,  ma anche di passaggi di consegne: la Presidenza del Consiglio di Stato è da oggi sulle spalle di Giancarlo Coraggio. […]

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here