Nella riunione del Consiglio dei Ministri di oggi sono in discussione il tanto atteso e discusso decreto liberalizzazioni, il provvedimento sulle semplificazioni coordinato dal ministro Patroni Griffi,il decreto infrastrutture, rivisto e corretto rispetto alla versione del governo precedente, e il pacchetto misure salva infrazioni Ue.
Con buona probabilità non tutti i provvedimenti saranno approvati nella riunione odierna. Tra le misure in discussione segnaliamo il pagamento delle p.a. in titoli di stato alle imprese che vantano dei crediti nei loro confronti e possibilità di sanzioni per gli enti locali ritardatari nei pagamenti.
Per i crediti futuri, il pagamento dovrà essere eseguito entro 60 giorni, pena un interesse di mora pari al tasso di riferimento maggiorato del 7-8%. Si dovrà attendere probabilmente un decreto del Ministero dell’Economia per la definizione delle caratteristiche dei titoli di Stato.


CONDIVIDI
Articolo precedenteI conti senza l’oste…
Articolo successivoIl Tar conferma sospensione studente della Bocconi per omofobia

1 COOMENTO

  1. se lo Stato dovesse pagare alle aziende i propri debiti con titoli, le aziende dovranno pagare i propri debiti con le figurine dei calciatori !!
    Riteniamo che un ‘eresia del genere porterà al fallimento la maggior parte delle aziende italiane che lavorano con le pubbliche amministarzioni.
    Le uniche che non potranno fallire sono le aziende che devono effettuare attività di riciclaggio !!
    Potrà essere questo un ‘altro segnale della ripresa economica nel nostro paese ??

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here