Come anticipato in esclusiva ieri su LeggiOggi.it dall’Avvocato Bilardo, questa mattina, l’associazione di consumatori Altroconsumo e FEMI (Federazione Media Digitali Indipendenti) hanno notificato al Ministro per lo Sviluppo Economico, Corrado Passera, una formale diffida di annullamento in autotutela del bando di gara per l’assegnazione di diritti d’uso di frequenze in banda televisiva per sistemi di radiodiffusione digitale terrestre, di cui alla delibera n. 497/10/CONS, del 23 settembre 2010, dell’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni.

Si tratta di un intervento doveroso, viste le caratteristiche dell’ormai nota procedura “Beauty Contest“, di cui si chiede formalmente il ritiro, del tutto anticoncorrenziale, e per di più antieconomica.

La diffida, predisposta dagli avvocati Guido Scorza, Carmelo Giurdanella, Elio Guarnaccia, Dario Reccia e Francesca Bilardo, è stata notificata anche alla Commissione Europea, nonchè all’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni, all’Autorità Garante della concorrenza e del Mercato, ed all’Autorità per la Vigilanza sui Contratti Pubblici, al fine di stimolarne i poteri di controllo e di vigilanza di propria competenza.


 La diffida è disponibile qui, in esclusiva, su LeggiOggi.


CONDIVIDI
Articolo precedenteDopo gli emendamenti, come cambia la Manovra Monti in Parlamento
Articolo successivoLa Manovra Monti in endecasillabi

3 COMMENTI

  1. […] dunque, le ragioni della diffida con cui giovedì scorso Altroconsumo e FEMI avevano chiesto al Ministro Passera di predisporre […]

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here