Il decreto Destinazione Italia è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale  assieme alla legge di conversione, dopo l’ok definitivo arrivato in Senato giovedì scorso, 20 febbraio 2014.

Così, diventa effettivo un altro pacchetto di norme che il governo Letta ormai soppiantato dall’esecutivo Renzi, ha voluto con forza prima della fine del 2013 per rilanciare economia e competitività.

In particolare, le misure introdotte nel decreto sono rivolte a imprese in fase di start-up, o almeno operative in settori fortemente votati all’innovazione e alla sperimentazione tecnologica.

Tra le novità, infatti, figurano fondi per la digitalizzazione delle imprese, per la formazione del personale negli ambiti informatici e tecnologici in generale.

Allo stesso tempo, nel Destinazione Italia è stato inserito un numero di agevolazioni per le aziende in difficoltà nella difficile congiuntura economica, come fondi speciali di sostegno o crediti di imposta per chi sceglie di investire in innovazione.

Infine, è stato bloccato l’aumento dell’accisa sulla birra e, di contro, si è fortemente ridimensionato il bonus libri, rivolto, sotto forma di buono acquisto da 19 euro, solo agli studenti e, in forma specifica, per gli esercenti.

QUI TUTTE LE NOVITA’ DEL DECRETO DESTINAZIONE ITALIA

VAI AL TESTO DEL DECRETO DESTINAZIONE ITALIA


3 COMMENTI

  1. Salve a proposito del Decreto Destinazione Italia, la sezione ” Digitalizzazione ” delle PMI finanziate con un Voucher di 10.000 .€ a fondo perduto quando viene attivato? a quando le coperture? In campania ancora non si vede l’ombra di un Euro.
    Se ci sono novità sulla modalità di partecipazione, Vi prego comunicatelo. Grazie Pietro Contaldi

SCRIVI UN COMMENTO