Speciale riforma PA

Fisco 4 dicembre 2013, 09:35

Nuovo Ise e Isee, tutte le novità nel decreto che riforma il riccometro

Come calcolare il nuovo Isee: le informazioni utili. Inclusa anche la social card


Ise e Isee, si volta pagina. Con l’approvazione, ieri, in Consiglio dei ministri, della riforma degli indicatori di ricchezza delle famiglie italiane, il governo spera di dare finalmente un giro di vite al fenomeno dei finti poveri, coloro che, in base a dichiarazioni incomplete o sottostimate, riescono ad accedere a benefici assistenziali o sostegni al reddito pur avendo pienamente i mezzi per sostenersi.

Nei giorni scorsi, hanno fatto capolino alcune notizie sensazionali, tra cui la studentessa universitaria che non paga le rette perché la sua famiglia presenta un reddito sotto la soglia di autonoma sussistenza, e invece se ne va in giro in Ferrari.

Si tratta di casi isolati o di una pratica molto diffusa nel nostro Paese? Il governo si dice convinto, con il provvedimento adottato ieri, di debellare una piaga che toglie riparo a chi davvero ne ha necessità, offrendolo a chi, invece, ha le capacità e i mezzi per farcela da solo, generando profonda disuguaglianza.

Così, da ieri Ise e Isee hanno un volto rinnovato, più attento a non prestare il fianco a scappatoie per i furbetti delle dichiarazioni. Innanzitutto, va ricordato come per Ise si intenda l’indicatore di ricchezza relativo al nucleo famigliare nel suo complesso, derivante dalla somma di reddito e patrimonio, mobiliare e immobiliare, appartenente a ogni membro della famiglia. Doversamente, l’Isee – indicatore di situazione economica equivalente – rappresenta quel valore che deriva dal rapporto tral’Ise e un coefficiente che stabilisce il nuovo decreto approvato ieri dal Consiglio dei ministri. Tale termine di raffronto, dipende dalla scala di equivalenza tra reddito, componenti del nucleo famigliare, eventuali situazioni di particolare difficoltà e altre variabili annesse al calcolo finale.

Non a caso, infatti, la riforma varata ieri dal governo prevede trattamenti favorevoli per i nuclei con oltre tre figli, o, ancora, per chi ha a carico un disabile, così come per chi si trova in stato temporaneo di inattività lavorativa – cassa integrazione o interruzione del contratto per i precari.

In aggiunta, poi, il dpcm varato dal governo Letta introduce, per la prima volta, anche i redditi esenti da imposte, oltre ai trattamenti indennitari come la stessa social card o ogni altra prestazione di sostegno al reddito emessa da organi pubblici.
Per l’attuazione definitiva della legge sull’Isee, si dovranno attendere 90 giorni dal momento dell’entrata in vigore, per l’arrivo della nuova Dichiarazione unica sostitutiva: una volta approvata, la disciplina dell’Isee entrerà in vigore entro ulteriori 30 giorni.

Una volta che il nuovo modello per la dichiarazione sarà ufficialmente valido, al suo interno andranno inseriti i redditi di due anni prima, mentre spese e franchigie andranno segnalate soltanto per l’anno precedente, così come il patrimonio immobiliare e mobiliare. Per alcuni casi particolari, comunque, viene concessa la possibilità di inserire i redditi dei dodici mesi precedenti, prevista sempre per casi di particolare difficoltà economica, come lo stato di disoccupazione.

Vai allo speciale di Leggioggi sul nuovo Isee


Pubblicato da il 4 dicembre 2013 alle 09:12 in Fisco
Tags: , , , , , , ,


4 Commenti per Nuovo Ise e Isee, tutte le novità nel decreto che riforma il riccometro

  1. Pingback: Riformata l’Isee | Detto Schietto

  2. jozica

    gazzetta ufficiale potrebbe essere più chiara su le nuove disposizioni ISEE ??

  3. jozica

    sono tante pagine su le nuovi leggi però nessuna e chiara beato chi sa interpretare le nuove disposizioni su ISEE .

  4. cleto

    non è giusto che un invalido al 100% con indennità di accompagnamento sia trattato alla stessa stregua di uno con grado d’invalidità del 66%, cioè la scala di equivalenza per il primo dovrebbe essere maggiore. Speriamo che in sede di conversione del decreto, questa anomalia venga risolta.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Articoli dello stesso autore

Politica 22 novembre 2014, 08:17

Elezioni regionali Emilia Romagna e Calabria: come si vota e gli sconti

Prezzi speciali su treni e autostrade per i fuori sede. Le istruzioni

Welfare 21 novembre 2014, 14:10

Quota 96, bocciato l’emendamento in legge di stabilità 2015

Respinto l’emendamento per la pensione dal primo settembre 2015

Economia 21 novembre 2014, 09:30

Legge di stabilità: canone Rai in bolletta e social card agli immigrati

Ridotto il fondo per l’acquisto beni strumentali. Iva ebook passa al 4%

Fisco 21 novembre 2014, 07:43

Scontrini fiscali e ricevute addio: la conferma del governo

Si passerà alla tracciabilità totale in scia alla fatturazione elettronica

Flash 20 novembre 2014, 17:34

Fatturazione Elettronica per Avvocati

Da giugno c’è l’obbligo di fatturazione elettronica nei confronti della Pubblica Amministrazione, con conseguente necessità di adeguarsi dei professionisti


LeggiOggi.it

Ogni settimana il meglio di LeggiOggi.it nella tua E-mail



Ho letto l'informativa e acconsento al trattamento dei dati



NOTA INFORMATIVA SULLA TUTELA DEI DATI PERSONALI EX ART 13 D.LGS. 196/2003 E RICHIESTA DI CONSENSO AL TRATTAMENTO

Maggioli SpA, titolare del trattamento, si propone di gestire il servizio nel rispetto della normativa vigente in materia di tutela dei dati personali. Al proposito intende con questa nota, fornire a tutti gli utenti un'informativa sulle modalità e finalità del trattamento dei dati personali in conformità a quanto previsto dall'art. 13 del D.Lgs n. 196 del 30.06.2003. I dati personali forniti dagli utenti verranno trattati elettronicamente e/o manualmente da Maggioli SpA, Via del Carpino 8 - 47822 Santarcangelo di Romagna (RN), titolare del trattamento, per tutte le finalità correlate alla prestazione del servizio. Inoltre, previo suo consenso, i suoi dati saranno trattati dalla nostra società e dalle società del Gruppo Maggioli per l'invio di materiale promozionale inerente i nostri prodotti o servizi o quelli di società clienti del Gruppo Maggioli. L'indicazione della email deve essere fatta con cura in quanto necessaria per ricevere il servizio, i dati a corredo vengono chiesti per targettizzare gli invii informativi. I suoi dati non saranno diffusi. I suddetti dati potranno essere comunicati a soggetti pubblici, in aderenza ad obblighi di legge e a soggetti privati per trattamenti, funzionali all'adempimento del contratto, quali: nostra rete agenti, società di informazioni commerciali, professionisti e consulenti. I suoi dati potranno essere comunicati a soggetti terzi nostri clienti, che li tratteranno in qualità di autonomi titolari del trattamento secondo la definizione contenuta nel D.lgs 196/2003. Tali dati saranno trattati dai nostri dipendenti e/o collaboratori, incaricati al trattamento, preposti ai seguenti settori aziendali: editoria elettronica, mailing, marketing, CED, servizi Internet, fiere e congressi. L'utente potrà esercitare ogni ulteriore diritto previsto dall'art. 7 del D.Lgs 196 del 30.06.2003 che di seguito integralmente si riporta: "1. L'interessato ha diritto di ottenere la conferma dell'esistenza o meno di dati personali che lo riguardano, anche se non ancora registrati, e la loro comunicazione in forma intelligibile. 2. L'interessato ha diritto di ottenere l'indicazione: a) dell'origine dei dati personali; b) delle finalità e modalità del trattamento; c) della logica applicata in caso di trattamento effettuato con l'ausilio di strumenti elettronici; d) degli estremi identificativi del titolare, dei responsabili e del rappresentante designato ai sensi dell'art. 5 comma 2; e) dei soggetti o delle categorie di soggetti ai quali i dati personali possono essere comunicati o che possono venirne a conoscenza in qualità di rappresentante designato nel territorio dello stato, di responsabili o incaricati. 3. L'interessato ha diritto di ottenere: a) l'aggiornamento, la rettificazione ovvero, quando vi ha interesse, l'integrazione dei dati; b) la cancellazione, la trasformazione, in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; c) l'attestazione che le operazioni di cui alle lettera a) e b) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di colori ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento di rivela impossibile o comporta un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. 4. L'interessato ha diritto di opporsi, in tutto o in parte: a) per motivi legittimi al trattamento dei dati personali che lo riguardano ancorchà pertinenti allo scopo della raccolta; b) al trattamento dei dati personali che lo riguardano a fini di invio di materiale pubblicitario o di vendita diretta o per il compimento di ricerche di mercato o di comunicazione commerciale. "Compilare il form con i propri dati con conseguente dichiarazione espressa di aver letto e accettato questa informativa, autorizza la Maggioli spa e le società del Gruppo Maggioli al trattamento dei suoi dati per le finalità correlate alla prestazione del servizio e per l'invio di materiale promozionale, anche da parte di soggetti terzi nostri clienti, secondo le modalità illustrate nell'informativa. L'utente potrà esercitare ogni diritto previsto dal citato art. 7 con la semplice risposta alla e-mail ricevuta.

Chiudi questa finestra
Torna Su