Speciale Jobs Act

Amministrativo 13 dicembre 2012, 15:36

Il decreto sviluppo bis è legge. Arriva la nuova agenda digitale

Sì a ebook a scuola e carta d’identità elettronica. Novità per la PA


Il decreto sviluppo bis è legge. Quella che sarà forse l’ultima, vera riforma portata a termine dal governo di Mario Monti – in attesa della legge di stabilità – è stata dunque approvata definitivamente in tarda mattinata dai deputati di Montecitorio.

La Camera ha detto sì al testo finale del decreto sviluppo bis, dopo essersi espressa favorevolmente anche sulla questione di fiducia ieri sera, con 261 voti a favore, 55 contrari e 131 astenuti. Dunque, il Pdl prosegue nella sua linea di distacco dall’esecutivo, aperta con il rientro in campo di Berlusconi.

Il testo finale a cui il Parlamento ha dato l’ok definitivo coincide con quello uscito dal Senato la scorsa settimana, dove era stato rimandato alla Camera il maxiemendamento 1800 che sostituiva in toto il ddl n. 3533 di conversione del decreto-legge n. 179, dal nome “Ulteriori misure urgenti per la crescita del Paese”.

Il disegno di legge sarebbe scaduto il 18 dicembre ed è stato convertito proprio in zona Cesarini, e nel pieno di una pseudo-crisi di governo che ha finito per impantanare una serie sempre più lunga di riforme, non ultime delega fiscale e taglio delle Province, ormai abbandonati a pochi passi dal traguardo dopo mesi di discussioni.

Il decreto sviluppo bis, invece, ce l’ha fatta e con esso uno dei punti più discussi e attesi dalla comunità tecnologica del nostro Paese, ossia la cosiddetta “agenda digitale”.

Le novità introdotte dal decreto sviluppo in termini di infrastrutture e servizi digitali non interessano solo gli enti “di settore”, ma si rivolgono a una platea molto ampia di utenti, tale da investire alcune abitudini del rapporto con la stessa pubblica amministrazione e con il sistema dell’istruzione, delle cure sanitarie e della giustizia.

Ad esempio, il rilascio previsto per tutti i cittadini della carta d’identità elettronica, ad esempio, è una piccola grande rivoluzione nella abitudini di tutti i giorni per gli Italiani.

Allo stesso modo, la necessità di ricorrere a un indirizzo di posta elettronica certificata per entrare in contatto con gli uffici pubblici, rappresenta un ulteriore tentativo di ridurre la burocrazia e i livelli di comunicazione tra pubblici uffici e utenti.

Per i dipendenti statali, d’ora in avanti tutte le certificazioni di malattia e di congedo parentale dovranno essere rilasciate e trasmesse per via telematica. Ora, inoltre, le Pa dovranno accettare pagamenti in formato elettronico, così come tutti gli operatori di servizi pubblici.

Novità interessanti anche in ambito scuola: verrà gradualmente introdotto il fascicolo elettronico dello studente, così come della compresenza di ebook a fianco dei più ingombranti libri cartacei, che dovrebbe essere sancita a partire dal prossimo anno scolastico 2013-2014.

Infine, modifiche importanti anche all’amministrazione in sanità con il corrispettivo fascicolo sanitario elettronico, mentre, nella sfera giudiziaria, viene ufficialmente riconosciuta validità alle notifiche inviate per via telematica.

Vai al testo finale del decreto sviluppo bis


Pubblicato da il 13 dicembre 2012 alle 15:12 in Amministrativo
Tags: , , , , , ,


3 Commenti per Il decreto sviluppo bis è legge. Arriva la nuova agenda digitale

  1. Pingback: I libri digitali a scuola non s’hanno da fare. Ne’ ora ne’ probabilmente mai: encefalogramma piatto | Lim e dintorni

  2. Pingback: I libri digitali a scuola non s'hanno da farePionero

  3. Pingback: 14/12/2012 E’ legge il decreto sviluppo bis. Agenda Digitale al via! | IFIN

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

concorsi a cattedre 2012

Articoli dello stesso autore

Welfare 17 aprile 2015, 08:10

Pensioni, riforma cercasi. Poletti: minime salve e bonus esodati

Si torna a chiedere il pensionamento anticipato

Fisco 16 aprile 2015, 07:55

Concorso Agenzia delle Entrate: sedi in arrivo col bando dirigenti

Il posto dei dirigenti illegittimi sarà rimpiazzato tramite concorso

Penale 15 aprile 2015, 14:45

Il decreto antiterrorismo è legge. Testo definitivo approvato in Senato

Modifiche al codice Antimafia e al codice della Privacy

Politica 15 aprile 2015, 10:36

Se litigare sui partiti è questione di democrazia (e di simboli)

In Puglia, Forza Italia rischia di finire in tribunale. I precedenti

Novità Codice Strada 15 aprile 2015, 09:31

Gomme da neve bye bye: oggi fine dell’obbligo sulle auto

Le gomme invernali non sono più obbligatorie. Ecco perché farne a meno


LeggiOggi.it

Ogni settimana il meglio di LeggiOggi.it nella tua E-mail



Ho letto l'informativa e acconsento al trattamento dei dati



NOTA INFORMATIVA SULLA TUTELA DEI DATI PERSONALI EX ART 13 D.LGS. 196/2003 E RICHIESTA DI CONSENSO AL TRATTAMENTO

Maggioli SpA, titolare del trattamento, si propone di gestire il servizio nel rispetto della normativa vigente in materia di tutela dei dati personali. Al proposito intende con questa nota, fornire a tutti gli utenti un'informativa sulle modalità e finalità del trattamento dei dati personali in conformità a quanto previsto dall'art. 13 del D.Lgs n. 196 del 30.06.2003. I dati personali forniti dagli utenti verranno trattati elettronicamente e/o manualmente da Maggioli SpA, Via del Carpino 8 - 47822 Santarcangelo di Romagna (RN), titolare del trattamento, per tutte le finalità correlate alla prestazione del servizio. Inoltre, previo suo consenso, i suoi dati saranno trattati dalla nostra società e dalle società del Gruppo Maggioli per l'invio di materiale promozionale inerente i nostri prodotti o servizi o quelli di società clienti del Gruppo Maggioli. L'indicazione della email deve essere fatta con cura in quanto necessaria per ricevere il servizio, i dati a corredo vengono chiesti per targettizzare gli invii informativi. I suoi dati non saranno diffusi. I suddetti dati potranno essere comunicati a soggetti pubblici, in aderenza ad obblighi di legge e a soggetti privati per trattamenti, funzionali all'adempimento del contratto, quali: nostra rete agenti, società di informazioni commerciali, professionisti e consulenti. I suoi dati potranno essere comunicati a soggetti terzi nostri clienti, che li tratteranno in qualità di autonomi titolari del trattamento secondo la definizione contenuta nel D.lgs 196/2003. Tali dati saranno trattati dai nostri dipendenti e/o collaboratori, incaricati al trattamento, preposti ai seguenti settori aziendali: editoria elettronica, mailing, marketing, CED, servizi Internet, fiere e congressi. L'utente potrà esercitare ogni ulteriore diritto previsto dall'art. 7 del D.Lgs 196 del 30.06.2003 che di seguito integralmente si riporta: "1. L'interessato ha diritto di ottenere la conferma dell'esistenza o meno di dati personali che lo riguardano, anche se non ancora registrati, e la loro comunicazione in forma intelligibile. 2. L'interessato ha diritto di ottenere l'indicazione: a) dell'origine dei dati personali; b) delle finalità e modalità del trattamento; c) della logica applicata in caso di trattamento effettuato con l'ausilio di strumenti elettronici; d) degli estremi identificativi del titolare, dei responsabili e del rappresentante designato ai sensi dell'art. 5 comma 2; e) dei soggetti o delle categorie di soggetti ai quali i dati personali possono essere comunicati o che possono venirne a conoscenza in qualità di rappresentante designato nel territorio dello stato, di responsabili o incaricati. 3. L'interessato ha diritto di ottenere: a) l'aggiornamento, la rettificazione ovvero, quando vi ha interesse, l'integrazione dei dati; b) la cancellazione, la trasformazione, in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; c) l'attestazione che le operazioni di cui alle lettera a) e b) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di colori ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento di rivela impossibile o comporta un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. 4. L'interessato ha diritto di opporsi, in tutto o in parte: a) per motivi legittimi al trattamento dei dati personali che lo riguardano ancorchà pertinenti allo scopo della raccolta; b) al trattamento dei dati personali che lo riguardano a fini di invio di materiale pubblicitario o di vendita diretta o per il compimento di ricerche di mercato o di comunicazione commerciale. "Compilare il form con i propri dati con conseguente dichiarazione espressa di aver letto e accettato questa informativa, autorizza la Maggioli spa e le società del Gruppo Maggioli al trattamento dei suoi dati per le finalità correlate alla prestazione del servizio e per l'invio di materiale promozionale, anche da parte di soggetti terzi nostri clienti, secondo le modalità illustrate nell'informativa. L'utente potrà esercitare ogni diritto previsto dal citato art. 7 con la semplice risposta alla e-mail ricevuta.

Chiudi questa finestra
Torna Su