Speciale riforma PA

Codice Strada Novità Codice Strada Penale 29 giugno 2012, 15:26

Corte Costituzionale, lavori socialmente utili per neopatentati ubriachi

Possibile la sostituzione della pena detentiva e pecuniaria con il lavoro di pubblica utilità


La Consulta, con la sentenza numero 167 del 27 giugno scorso, ha ritenuto “non fondata” la questione di legittimità costituzionale, dell’articolo 186 bis, comma 6, del decreto legislativo 285 (Nuovo codice della strada), aggiunto dall’articolo 33, comma 2, della legge 29 luglio 2010, n. 120 (Disposizioni in materia di sicurezza stradale).

La questione era stata sollevata dal giudice delle indagini preliminari del Tribunale di Bolzano che, con tre ordinanze, ha ritenuto illegittima la sostituzione della pena applicabile per il reato di guida sotto l’influenza dell’alcool da parte dei conducenti “a rischio elevato”, con il lavoro di pubblica utilità.

Nel caso di specie, i giovani erano stati fermati, in ora notturna, da personale di polizia giudiziaria mentre erano alla guida di veicoli. Sottoposti ad accertamento mediante etilometro, erano risultati positivi al test: il tasso alcoolemico risultava infatti superiore a 1,5 grammi per litro.

Nei loro confronti era stato, così, emesso un decreto di condanna alla pena dell’ammenda, oltre alla sanzione amministrativa accessoria della sospensione della patente di guida.

A quel punto, i loro difensori chiedevano l’applicazione, in sostituzione della pena detentiva e pecuniaria, di un corrispondente numero di ore di lavoro di pubblica utilità.

Secondo il Gip, questa concessione avrebbe portato i neo patentati “a godere di rilevanti vantaggi” quali “l’estinzione del reato, la riduzione alla metà della sanzione accessoria della sospensione della patente di guida e la revoca della confisca del veicolo sequestrato”. E sulla base di queste motivazioni ha sollevato la questione di legittimità costituzionale.

Tuttavia la Consulta si è mostrata di diverso avviso, sstenendo che “il “vulnus” costituzionalmente denunciato non sussiste per la dirimente ragione che , una volta qualificate correttamente come circostanze aggravanti le ipotesi di guida sotto l’influsso di alcool dei conducenti “a rischio elevato”, esse restano, di per sé, soggette alla disciplina valevole per la fattispecie base (quella dell’art. 186) anche per quanto attiene alla possibile sostituzione della pena detentiva e pecuniaria con il lavoro di pubblica utilità e i benefici connessi allo svolgimento positivo di tale lavoro”.

 Qui il testo della sentenza . 167/2012 della Consulta


Pubblicato da il 29 giugno 2012 alle 15:06 in Codice Strada Novità Codice Strada Penale
Tags: , , , , , , , , ,


2 Commenti per Corte Costituzionale, lavori socialmente utili per neopatentati ubriachi

  1. Pingback: Patente di guida e neopatentati: ecco tutte le novità in arrivo

  2. Pingback: Corte Costituzionale, lavori socialmente utili per neopatentati ubriachi | NuovoDiritto

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Articoli dello stesso autore

Giustizia 16 settembre 2014, 17:33

Riforma della giustizia civile: punti di forza e criticità del decreto 132

La negoziazione assistita è solo un aspetto della complessa riforma

Fisco 16 settembre 2014, 16:51

Concorso Agenzia delle Entrate 2014, ufficiale: le date delle prove

L’Agenzia delle Entrate ha comunicato le date degli scritti

Edilizia 16 settembre 2014, 15:52

Decreto sblocca Italia, le novità in edilizia tra oneri e permessi

Autorizzazioni, Scia, permessi, deroghe, contributi e oneri

Welfare 16 settembre 2014, 12:55

Assegno famigliare: requisiti, fasce e nuovi importi Inps 2014-2015

Reddito e componenti del nucleo familiare: le tabelle ANF

Amministrativo 16 settembre 2014, 11:33

Matrimoni gay, scontro a Bologna sindaco-prefetto. Il testo dell’atto

Direttiva comunale autorizza a registrare le nozze gay. Ma il prefetto dice no


LeggiOggi.it

Ogni settimana il meglio di LeggiOggi.it nella tua E-mail



Ho letto l'informativa e acconsento al trattamento dei dati



NOTA INFORMATIVA SULLA TUTELA DEI DATI PERSONALI EX ART 13 D.LGS. 196/2003 E RICHIESTA DI CONSENSO AL TRATTAMENTO

Maggioli SpA, titolare del trattamento, si propone di gestire il servizio nel rispetto della normativa vigente in materia di tutela dei dati personali. Al proposito intende con questa nota, fornire a tutti gli utenti un'informativa sulle modalità e finalità del trattamento dei dati personali in conformità a quanto previsto dall'art. 13 del D.Lgs n. 196 del 30.06.2003. I dati personali forniti dagli utenti verranno trattati elettronicamente e/o manualmente da Maggioli SpA, Via del Carpino 8 - 47822 Santarcangelo di Romagna (RN), titolare del trattamento, per tutte le finalità correlate alla prestazione del servizio. Inoltre, previo suo consenso, i suoi dati saranno trattati dalla nostra società e dalle società del Gruppo Maggioli per l'invio di materiale promozionale inerente i nostri prodotti o servizi o quelli di società clienti del Gruppo Maggioli. L'indicazione della email deve essere fatta con cura in quanto necessaria per ricevere il servizio, i dati a corredo vengono chiesti per targettizzare gli invii informativi. I suoi dati non saranno diffusi. I suddetti dati potranno essere comunicati a soggetti pubblici, in aderenza ad obblighi di legge e a soggetti privati per trattamenti, funzionali all'adempimento del contratto, quali: nostra rete agenti, società di informazioni commerciali, professionisti e consulenti. I suoi dati potranno essere comunicati a soggetti terzi nostri clienti, che li tratteranno in qualità di autonomi titolari del trattamento secondo la definizione contenuta nel D.lgs 196/2003. Tali dati saranno trattati dai nostri dipendenti e/o collaboratori, incaricati al trattamento, preposti ai seguenti settori aziendali: editoria elettronica, mailing, marketing, CED, servizi Internet, fiere e congressi. L'utente potrà esercitare ogni ulteriore diritto previsto dall'art. 7 del D.Lgs 196 del 30.06.2003 che di seguito integralmente si riporta: "1. L'interessato ha diritto di ottenere la conferma dell'esistenza o meno di dati personali che lo riguardano, anche se non ancora registrati, e la loro comunicazione in forma intelligibile. 2. L'interessato ha diritto di ottenere l'indicazione: a) dell'origine dei dati personali; b) delle finalità e modalità del trattamento; c) della logica applicata in caso di trattamento effettuato con l'ausilio di strumenti elettronici; d) degli estremi identificativi del titolare, dei responsabili e del rappresentante designato ai sensi dell'art. 5 comma 2; e) dei soggetti o delle categorie di soggetti ai quali i dati personali possono essere comunicati o che possono venirne a conoscenza in qualità di rappresentante designato nel territorio dello stato, di responsabili o incaricati. 3. L'interessato ha diritto di ottenere: a) l'aggiornamento, la rettificazione ovvero, quando vi ha interesse, l'integrazione dei dati; b) la cancellazione, la trasformazione, in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; c) l'attestazione che le operazioni di cui alle lettera a) e b) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di colori ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento di rivela impossibile o comporta un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. 4. L'interessato ha diritto di opporsi, in tutto o in parte: a) per motivi legittimi al trattamento dei dati personali che lo riguardano ancorchà pertinenti allo scopo della raccolta; b) al trattamento dei dati personali che lo riguardano a fini di invio di materiale pubblicitario o di vendita diretta o per il compimento di ricerche di mercato o di comunicazione commerciale. "Compilare il form con i propri dati con conseguente dichiarazione espressa di aver letto e accettato questa informativa, autorizza la Maggioli spa e le società del Gruppo Maggioli al trattamento dei suoi dati per le finalità correlate alla prestazione del servizio e per l'invio di materiale promozionale, anche da parte di soggetti terzi nostri clienti, secondo le modalità illustrate nell'informativa. L'utente potrà esercitare ogni diritto previsto dal citato art. 7 con la semplice risposta alla e-mail ricevuta.

Chiudi questa finestra
Torna Su