Sconti disabili rete fissa e mobile 2024: proroga e nuova platea

Paolo Ballanti 13/12/23
Scarica PDF Stampa

L’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni (AGCOM) ha deliberato, all’esito di una consultazione pubblica, l’estensione delle offerte di rete mobile a prezzo agevolato ai minori con disabilità.

Tali agevolazioni, risalenti ad una precedente Delibera dell’AGCOM sono state peraltro prorogate, con un’altra pronuncia dell’Autorità, fino al 30 giugno 2024.

Analizziamo la novità in dettaglio.

Indice

Sconti disabili rete fissa e mobile: delibera 2021

Il 23 settembre 2021 l’AGCOM ha adottato la Delibera numero 290/21/CONS “Disposizioni in materia di misure riservate a consumatori con disabilità per i servizi di comunicazione elettronica da postazione fissa e mobile”.

Per approfondire norme e strumenti di tutela delle fasce deboli della popolazione consigliamo due libri: 
– “La tutela dei soggetti disabili”, come guida pratica a supporto dei familiari e professionisti che si occupano dell’assistenza e della tutela di un soggetto disabile;
– “Agevolazioni fiscali per i soggetti disabili 2023,come guida pratica rispetto agli adempimenti di natura amministrativa e fiscale previsti per i soggetti disabili.

Il provvedimento stabilisce le modalità di attuazione delle disposizioni di cui agli articoli 57 e 73-bis del Codice in materia di agevolazioni per i consumatori con disabilità, nello specifico:

  • sordi;
  • ciechi totali;
  • ciechi parziali;
  • invalidi con gravi limitazioni della capacità di deambulazione, destinatari dei benefici fiscali di cui all’articolo 30, comma 7, Legge numero 388/2000, certificati nei verbali di handicap.

Sconti disabili 2024: servizi di telefonia vocale

La delibera del 2021 prevede che:

  • i sordi che, alla data di pubblicazione della delibera, beneficiano dell’esenzione dal pagamento del canone di abbonamento al servizio telefonico;
  • i ciechi totali, ciechi parziali, invalidi che, avendo in essere un’offerta di servizi di accesso ad Internet a consumo, beneficiano delle 180 ore di navigazione gratuita;

continuano “ad avvalersi delle agevolazioni per tutta la durata del rapporto contrattuale” (articolo 3, comma 1, Delibera).

Sempre l’articolo 3, comma 2, prevede il riconoscimento, da parte delle imprese fornitrici, della possibilità di usufruire del servizio di accesso ADSL gratuitamente e senza costi di attivazione e disattivazione, a beneficio della nuova clientela rappresentata da sordi e ciechi totali / parziali.

Sconti disabili 2024 servizi di rete fissa

Alle quattro categorie di consumatori sopra citate gli operatori di rete fissa riconoscono una riduzione del 50% del canone mensile da applicarsi al prezzo base di tutte le offerte flat e semiflat voce e dati e delle offerte di sola navigazione internet, a prescindere dalla tecnologica e dalla velocità di connessione prescelte dal richiedente.

Inoltre, ogni richiesta da parte del consumatore di upgrade del piano tariffario, laddove tecnicamente possibile, dev’essere eseguita dall’operatore gratuitamente.

Leggi anche >> Disabili Legge 104 art. 3 comma 1: le agevolazioni e differenze rispetto al comma 3

Sconti disabili 2024 servizi di rete mobile

Gli operatori di rete mobile riconoscono ai consumatori in parola uno sconto del 50% da applicarsi al prezzo base di almeno un’offerta individuata, in base ad una soglia che in fase di prima applicazione è fissata in 50 Gigabyte, in ciascuna delle tre fasce caratterizzate dalle seguenti disponibilità di dati:

  • minore della soglia stabilita (tra 20 e 50 Gigabyte);
  • maggiore della soglia (superiore a 50 Gigabyte);
  • illimitata.

Libro utile

FORMATO CARTACEO

Agevolazioni fiscali e adempimenti per i soggetti disabili 2023

Il volume, in continuità con il precedente – dello stesso autore – dedicato esclusivamente alla Legge 104/1992, vuole essere una guida pratica rispetto agli adempimenti di natura amministrativa e fiscale previsti per i soggetti disabili. L’autrice analizza con un approccio operativo i vari aspetti: dall’attestazione dello status di disabile fino ai singoli quadri della dichiarazione dei redditi interessati. Il tutto viene trattato alla luce delle novità più recenti, tra cui l’intervento del Decreto Legislativo n. 105 del 30 giugno 2022 in materia di Referente Unico. Il testo offre anche uno sguardo verso il collocamento mirato, evidenziando come esso possa essere, oltre che la risposta ad un obbligo di Legge, anche un’importante occasione di accoglimento sociale che garantisce autonomia e dignità ai soggetti disabili e consente alle Aziende l’accesso ad agevolazioni fiscali e contributive.

Marta Bregolato, Consulente del Lavoro | Maggioli Editore 2023

Proroga 2024 degli sconti disabili telefonia

Delle agevolazioni poc’anzi descritte ne è stato prorogato il periodo di sperimentazione fino al 30 giugno 2024. La decisione è figlia della Delibera AGCOM del 22 febbraio 2023 numero 36/23/CONS.

La Delibera dell’Autorità dell’11 ottobre 2023 numero 251/23/CONS “Modifiche e integrazioni alla delibera n. 290/2021/CONS in merito alle offerte agevolate su rete mobile per minori aventi diritto” estende la platea degli aventi diritto allo sconto del 50%, da applicare alle offerte su rete mobile.
Vengono infatti ricompresi i consumatori con disabilità:

  • Sordi;
  • Ciechi totali;
  • Ciechi parziali;
  • Invalidi nella capacità di deambulazione;

di minore età.

L’agevolazione interessata, prevista dall’articolo 5, comma 1, Delibera numero 290/21/CONS, comporta una riduzione del 50% da applicarsi al prezzo base di almeno un’offerta individuata, in ciascuna delle tre fasce:

  • tra 20 e 50 Gigabyte;
  • superiore a 50 Gigabyte;
  • con traffico illimitato;

tra quelle sottoscrivibili più commercializzate.

Sconti disabili telefonia: genitori e tutori

Per attuare l’estensione delle agevolazioni ai minori con disabilità si consente, afferma la Delibera dell’11 ottobre 2023, ai genitori / tutori, nel caso in cui le suddette offerte agevolate fossero intestabili solo ai maggiorenni o comunque vi fossero limiti inferiori di età, di “richiedere l’agevolazione per conto dei minori con disabilità su cui esercitano la potestà genitoriale” (Delibera).

Questa previsione fa sì che, concretamente, i minori con disabilità possano accedere a tutte le offerte agevolate generalizzate previste ai sensi del citato articolo 5, comma 1.

Sempre la Delibera AGCOM dell’11 ottobre stabilisce che gli operatori aggiungano alle offerte mobili con agevolazione per utenti con disabilità (quindi con lo sconto del 50%) sopra citata, un’offerta “tra quelle riservate ai minori laddove disponibili, conforme ai requisiti di cui alle Linee guida allegate alla delibera n. 9/23/CONS”. In tal modo “viene ampliato il novero delle offerte su rete mobile per i minori aventi diritto allo sconto”.

Il parental control

Il documento dell’Autorità numero 251/23/CONS chiarisce che, proprio in ragione dell’estensione ai minori dell’agevolazione sulle offerte di rete mobile, le stesse devono rispettare i requisiti previsti nelle Linee guida sul parental control di cui alla “delibera n. 9/23/CONS prevedendo che detto sistema di protezione sia attivato”.

Per restare aggiornato in tema di welfare e sussidi ai disabili puoi iscriverti gratis alla Newsletter di LeggiOggi, compilando il form qui sotto:

Iscriviti alla newsletter aoqzlwlnnk1v21gh
Iscrizione completata

Grazie per esserti iscritto alla newsletter.

Seguici sui social