Paradisi Fiscali e Costi Balck List: cosa prevede l’emendamento del Governo?

Scarica PDF Stampa
Paradisi Fiscali e Costi Balck List:

l’emendamento di ieri del Governo alla legge di Stabilità 2016 propone l’abolizione delle liste tassative per l’individuazione degli Stati a regime fiscale privilegiato.

Ciò a favore di un criterio di individuazione generale basato sul minor livello di tassazione nominale dello Stato estero rispetto a quello italiano e l’abrogazione delle disposizioni che prevedono la presunzione relativa di indeducibilità dei costi Black.

VAI ALLO SPECIALE LEGGE DI STABILITA’ 2016

QUALI SONO GLI SCOPI DELLE MODIFICHE ALLA LEGGE DI STABILITA’?

Tali modifiche rispondono, in primis, all’esigenza di rendere più attrattiva l’Italia per gli investitori nazionali ed esteri.

Le stesse inoltre conseguono anche alla circostanza che “la conclusione di numerosi accordi bilaterali con Paesi terzi nonché l’adesione da parte di diverse giurisdizioni alle convenzioni multilaterali sullo scambio di informazioni” ha comportato “un irreversibile processo di svuotamento delle liste dei Paesi che non assicurano un adeguato scambio di informazioni” (Relazione illustrativa all’emendamento).

VAI ALLO SPECIALE SU BLACK LIST

Le novità del decreto internazionalizzazione – Ebook versione Epub

Questo nuovissimo e-book analizza il decreto internazionalizzazione (4 settembre 2015, n. 147), uno dei più importanti conseguente la riforma del sistema fiscale, che introduce sia disposizioni indirizzate a soggetti che operano nei mercati internazionali, sia norme destinate alla generalità delle imprese che si traducono in oggettivi miglioramenti nella loro gestione.Occorre riconoscere, va rilevato con soddisfazione, che l’intero decreto è volto a rendere più agevole l’operatività delle aziende eliminando le incertezze operative frutto di derive della giurisprudenza di legittimità o di interpretazioni di prassi non sempre condivisibili, nonché apportando correttivi a disposizioni che hanno sino ad oggi ostacolato la piena operatività di molte aziende.In particolare, il testo esamina le tematiche che riguardano: • Perdite su crediti • Piani attestati e procedure non liquidatorie • Finanziamenti dei soci • Interessi passivi • Cessione d’azienda • Spese di rappresentanza • Interpelli • Rientro dei cervelli• Deducibilità costi da black list • Disciplina CFC • Credito imposte estere • Stabile organizzazione • Consolidato • Valore normale • Ruling transnazionale • Trasferimento da/a l’esteroSul versante interno, le modifiche sono rilevanti e numerose: viene introdotta una nozione normativa di società immobiliare ai fini della piena deducibilità degli interessi passivi concernenti finanziamenti contratti per acquistare o costruire immobili destinati alla locazione; riviste al rialzo le percentuali sui ricavi per il plafond di deducibilità delle spese di rappresentanza; decapitata la corrente giurisprudenziale che consentiva al fisco di accertare ai fini delle imposte sui redditi e Irap ilmaggior valore degli immobili e della aziende sulla base del valore accertato ai fini dell’imposta di registro; decisamente migliorata l’intera gestione delle perdite su crediti e fornite puntualizzazioni in relazione all’ipotesi in cui il socio rinunci ad ottenere dalla società il rimborso del proprio credito; fornita continuità alla norma concernente il rientro dei “cervelli” in Italia; introdotto un specifico ruling per imprese di grandi dimensioni che intendono realizzare rilevanti investimenti con ricadute occupazionali.Sul fronte internazionalizzazione vengono decisamente semplificate le prove da fornire per la deducibilità dei costi da black list fino al punto di non dover fornire alcuna prova se il costo è nei limite del valore normale; semplificata e razionalizzata la tassazione per trasparenza (CFC) dai paesi a fiscalità privilegiata; esteso il riporto in avanti e indietro del credito d’imposta non sfruttato nell’anno per la generalità di soggetti che dichiarano redditi all’estero; resa coerente e non penalizzante la tassazione delle stabili organizzazioni in Italia di soggetti non residenti e disciplinato in conformità agli orientamenti comunitari l’uscita e l’ingresso in Italia di aziende in base a codificati valori; modificato il ruling per imprese che intendono insediarsi Italia e desiderano chiarezza su come il loro business varrà tassato nel nostro paese. Lelio Cacciapaglia, Dottore Commercialista. Revisore contabile. Giuseppe Mercurio, Dottore Commercialista e revisore contabile. Marianna Annicchiarico, Avvocato.

Lelio Cacciapaglia, Giuseppe Mercurio, Marianna Annicchiarico | 2015 Maggioli Editore

13.94 €  11.85 €

Tag