L’Italia che vorremmo – Istruzioni per l’uso

Scarica PDF Stampa
Partecipare alla costruzione de L’Italia che vorremmo è facile ed alla portata di tutti.

Basta conoscere il nostro Paese, le sue straordinarie potenzialità ed i suoi enormi limiti ed aver voglia di far emergere le prime e superare i secondi con la propria esperienza di vita e professionale, competenza e passione.

Invia una mail a litaliachevorremmo@leggioggi.it,

(a) raccontando il problema che riterresti importante superare e che ritieni superabile con una legge (a tutti piacerebbe vivere più felici e sereni, essere più ricchi o pagare meno tasse ma questi, sfortunatamente, sono obiettivi rispetto ai quali una sola legge può davvero poco e che, pertanto, non ci interessano) con un post non più lungo di due mila battute (spazi inclusi) e, magari,

(b) prova anche a suggerire una possibile soluzione e se lo ritieni nelle tue corde

(c) a scrivere il disegno di legge attraverso il quale, se fossi il Parlamento, daresti attuazione alla tua soluzione.

Non è detto che ogni tua mail debba contenere gli elementi (a), (b) e (c). Uno solo è più che sufficiente per contribuire a costruire L’Italia che vorremmo.

Leggeremo la tua mail, metteremo a fuoco il tuo problema, esamineremo con l’aiuto dei blogger di Leggi Oggi la tua soluzione e, se non l’avrai già fatto tu, proveremo a scrivere un disegno di legge che pubblicheremo su queste pagine, segnalando – salvo che tu non ci chieda il contrario – che l’idea nasce da una tua mail.

Internet è strumento di intelligenza collettiva e noi, sin dall’inizio, ne siamo convinti.

Aiutaci a convincere il resto del Paese ad utilizzarla anche per costruire l’Italia che vorremmo.

 La redazione di Leggi Oggi             

litaliachevorremmo@leggioggi.it

L’Italia che vorremmo