Concorsi Regione Sardegna, ripartono le assunzioni: nel nuovo piano fabbisogni 580 posti

Alice Lottici 17/11/20
Scarica PDF Stampa
Dopo anni di blocco del turnover riprendono le assunzioni e i concorsi Regione Sardegna: del 7 novembre l’avviso sul sito istituzionale del’Ente che annuncia la piena operatività del nuovo piano dei fabbisogni di personale 2020-2022.

Leggi l’avviso

Le assunzioni saranno 580 e, di queste, 479 nuove rivolte a profili tecnici e amministrativi. Vediamo le professionalità richieste e le modalità di inserimento.

Concorsi Sardegna: bandi pubblicati

Concorsi Regione Sardegna: cosa prevede il nuovo piano assunzionale

Nuove opportunità nella Regione Sardegna per un totale di 580 posti. La giunta regionale ha approvato il nuovo piano assunzionale 2020-2022, realizzabile grazie a una disponibilità finanziaria di 27mila euro.

Un percorso già avviato, iniziato con tagli alla burocrazia e il consolidamento della macchina amministrativa in funzione dello sviluppo dell’economia locale. Il Presidente della Regione, Christian Solinas, ha commentato: “Abbiamo già intrapreso un processo di snellimento e semplificazione normativa e ora compiamo un altro passo decisivo grazie a nuove assunzioni, indispensabili per un buon funzionamento degli uffici, sbloccando i concorsi pubblici in Regione dopo dieci anni”.

Dopo 10 anni la Regione Sardegna ha deciso di incrementare il proprio organico con diverse modalità: concorsi, scorrimento di graduatorie di altre amministrazioni ancora in vigore, procedure di mobilità e selezioni interne.

Concorsi Regione Sardegna: profili da assumere

Il piano dei fabbisogni, recentemente approvato dalla giunta, prevede l’inserimento di 479 unità di personale amministrativo e tecnico. Di queste:

  • 136 tra i dipendenti del soppresso Esaf (Ente sardo acquedotti e fognature), che potranno tornare in Regione dopo il trasferimento ad Abbanoa per effetto della legge 10 del 2005 (il reinserimento avverrà su base volontaria);
  • 50 unità mediante scorrimento delle graduatorie di concorsi di altre amministrazioni (ad esempio gli idonei del concorso Aspal);
  • 48 unità secondo le procedure previste dall’articolo 52 L. 31 del 1998;
  • 19 unità per incremento della mobilità del 20%;
  • 23 unità con selezioni interne in base all’articolo 1 della L. 18 del 2017;
  • 80 unità con selezioni interne tra le categorie B, C e D;
  • 123 unità di categoria D con concorsi;
  • 66 unità di categoria C con procedure concorsuali e scorrimenti di graduatorie;
  • 57 con varie procedure di mobilità;
  • 29 unità di livello dirigenziale con concorsi (18 per l’amministrazione e 5 per il Corpo forestale), delle quali 6 con mobilità da riprogrammare e scorrimento delle graduatorie;
  • 36 unità di categoria A con concorsi e mobilità per il Corpo Forestale;
  • 36 unità di categoria C e B con selezioni interne, concorsi e mobilità.

Dopo tanti anni, finalmente si potrà rafforzare la macchina regionale acquisendo numerose figure professionali che sicuramente porteranno energie nuove e ulteriori competenze a tutta l’amministrazione” ha concluso il Presidente Solinas.

Concorsi Regione Sardegna: requisiti di accesso

Per accedere ai Concorsi Regione Sardegna 2020-2022 ci saranno sia requisiti comuni che differenziati per profilo. Parliamo di requisiti generali, richiesti per tutti i concorsi pubblici e requisiti specifici, ovvero necessari per una particolare professionalità.

Attendiamo la pubblicazione dei bandi per fornire ulteriori dettagli.

 

Scopri risorse utili per lo studio sullo shop Maggioli Editore!

Scrivi un commento

Accedi per poter inserire un commento