Home Lavoro Pubblico Impiego La PA il settore più colpito da cyberattacchi: come gestire il rischio

La PA il settore più colpito da cyberattacchi: come gestire il rischio

“Nel 2021 – secondo il rapporto Clusit 2022 – i cyberattacchi o attacchi informatici nel mondo sono aumentati del 10% rispetto all’anno precedente, e sono sempre più gravi. E il settore più colpito – Fonte Openpolis – è stato quello della pubblica amministrazione (198 episodi), seguito dai fornitori di servizi digitali (152). Un numero elevato di attacchi ha colpito anche il pubblico generale (151).

Questi ultimi dati sono stati registrati dall’Enisa tra aprile 2020 e luglio 2021 e mostrano come la pubblica amministrazione sia un comparto a forte rischio per la sicurezza informatica.

Tornando al rapporto Clusit,  i ricercatori  rilevano che “i cyber criminali non colpiscono più in maniera indifferenziata obiettivi molteplici, ma mirano a bersagli ben precisi: al primo posto c’è l’obiettivo governativo/militare, con il 15% degli attacchi totali, in crescita del 36,4% rispetto all’anno precedente, seguito dal settore informatico, colpito nel 14% dei casi (+3,3% rispetto al 2020)”.

In Italia, appunto, i settori più colpiti si confermano il Finance/Insurance e la Pubblica Amministrazione, obiettivi che insieme costituiscono circa il 50% dei casi. A questi si aggiunge quello dell’Industria che ha presentato l’aumento più significativo, dal 7% del 2020 al 18% del 2021.

Mancano esperti che si occupino della gestione del rischio e manca ancora una cultura dell’innovazione adeguata alle nuove sfide che ci aspettano.


Ecco perché creare una cultura e professionalità adatte a gestire con consapevolezza e tempestività il rischio informatico in dispositivi e tecnologie che elaborano ogni giorno milioni di dati dei cittadini italiani, è di vitale importanza per la sicurezza di tutti.

Il corso online sulla gestione del rischio di cyberattacchi nella PA

Per affrontare con ragionevole certezza e congrua preparazione questi importanti rischi, Formazione Maggioli presenta il corso online in diretta intitolato “La gestione del rischio cibernetico nella Pubblica Amministrazione – Un approccio metodologico: analisi delle vulnerabilità, gestione delle minacce e focus sulle Misure Minime AgID”.

Il corso, condotto dal docente Corrado Giustozzi (esperto di sicurezza cibernetica presso l’AgID per lo sviluppo del CERT della PA), illustra i principi fondamentali di un corretto processo di analisi e gestione del rischio cibernetico, facendo riferimento alla norma internazionale ISO 27005, per poi approfondire i requisiti di sicurezza previsti dalle “Misure Minime AgID”, tuttora vigenti per le Pubbliche Amministrazioni.

Il corso si terrà in diretta online martedì 28 giugno (ore 9-13 e 14-16). E’ sufficiente iscriversi online e seguire le istruzioni fornite per l’accesso alla piattaforma, da cui sarà possibile interagire direttamente con il docente (porre domande e ricevere risposte).

>> Per info sul corso clicca qui

 




© RIPRODUZIONE RISERVATA


CONDIVIDI

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome