Home Concorsi pubblici Concorsi ENEA, 60 tecnici e amministrativi: requisiti, domanda e prove

Concorsi ENEA, 60 tecnici e amministrativi: requisiti, domanda e prove

Elena Bucci
concorsi ENEA

Nella Gazzetta Ufficiale n. 7 del 25 gennaio 2022 sono stati pubblicati i bandi dei nuovi Concorsi ENEA (Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l’energia e lo sviluppo economico sostenibile), per titoli ed esami, finalizzati al reclutamento di un totale complessivo di 60 unità di personale di ricercatori, tecnici ed amministrativi a tempo indeterminato.

I 60 posti messi a disposizione dai vari concorsi sono suddivisi come segue per profilo professionale ricercato:

  • 30 posti di collaboratore tecnico enti di ricerca;
  • 15 posti di collaboratore di amministrazione;
  • 4 posti di tecnologo;
  • 11 posti di ricercatore.

Concorsi istruttori amministrativi, tutti i bandi pubblicati e come prepararsi

Vediamo ora nel dettaglio tutti i requisiti richiesti per partecipare al concorso, come inviare la domanda e le prove d’esame previste dai rispettivi bandi.

Concorsi ENEA: requisiti

Per avere accesso alla procedura concorsuale, gli aspiranti candidati devono essere in possesso dei seguenti requisiti generali alla data di scadenza del bando, pena l’esclusione:

  • cittadinanza italiana o di uno degli Stati membri dell’Unione Europea o di Paesi Terzi, qualora ricorrano le condizioni previste dall’art. 38 D.Lgs. n. 165/2001 e s.m.i.;
  • conoscenza della lingua inglese e della suite Microsoft Office o sistemi equivalenti;
  • adeguata conoscenza della lingua italiana, solo per i cittadini stranieri.

Inoltre, per quanto riguarda i profili di Collaboratore tecnico e di Collaboratore di amministrazione, si richiede:

  • possesso del diploma di scuola secondaria di secondo grado. Qualora il titolo di studio richiesto sia stato conseguito all’estero, esso è considerato requisito valido per l’ammissione ove sia stato equiparato o dichiarato equipollente, ai sensi della normativa vigente;
  • possesso di almeno due anni di esperienza lavorativa documentabile post-diploma, maturata, in relazione al titolo di studio richiesto, mediante contratti di lavoro a tempo indeterminato o contratti flessibili di tipo subordinato a termine o parasubordinato (co.co.co., co.co.pro.), quindi con esclusione di ogni altra qualsiasi modalità di acquisizione dell’esperienza (professionale o autonoma o formativa).

Per i profili di tecnologo ricercatore, invece, è richiesto il possesso di:

  • diploma di laurea (vecchio ordinamento), conseguito secondo la normativa in
    vigore anteriormente al D.M. n. 509/1999, oppure della Laurea Specialistica/Magistrale di cui al D.M. n. 270/2004 o di un titolo equipollente o di un titolo equiparato secondo il D.I. del 9/07/2009, recante l’equiparazione tra diplomi di laurea di vecchio ordinamento (DL), lauree specialistiche (LS) e lauree magistrali (LM);
  • dottorato di ricerca attinente alla posizione o almeno tre anni di esperienza lavorativa documentabile post-lauream, maturata mediante contratti di lavoro a tempo indeterminato o contratti flessibili di tipo subordinato a termine o parasubordinato
    (co.co.co., co.co.pro. e assegni di ricerca), quindi con esclusione di ogni altra qualsiasi modalità di acquisizione dell’esperienza (professionale o autonoma o formativa).
  • per la sola posizione TC2 dell’allegato A del bando, iscrizione all’Albo dei giornalisti (elenco professionisti o pubblicisti).

Concorsi ENEA: invio domande

La domanda di partecipazione al concorso nonché i titoli posseduti e i documenti ritenuti utili per la partecipazione alla selezione devono essere inviati, a pena di esclusione, utilizzando l’applicazione telematica dedicata alla pagina https://pica.cineca.it/enea, entro e non oltre le ore 11:30 del giorno 24 febbraio 2022.

Concorsi ENEA: prove d’esame

Innanzitutto, nel bando si sottolinea che, in relazione al numero delle domande pervenute, ove si riscontri un numero eccessivo di domande, l’ENEA si riserva la facoltà di espletare una specifica procedura di preselezione consistente in quiz attitudinali e/o di cultura generale, anche di conoscenza di base della lingua inglese.

La procedura di selezione prevede due fasi, così organizzate:

  • valutazione dei titoli;
  • colloquio orale: a seguito della valutazione dei titoli, i candidati potranno prendere visione del punteggio conseguito e del diario delle prove dell’esame colloquio, comprensivo di giorno, ora e sede di svolgimento almeno venti giorni prima della data fissata. Il colloquio riguarderà le materie e le conoscenze specificate all’Allegato A. L’esame si intenderà superato se i candidati avranno riportato un punteggio non inferiore
    a punti 28 su 40.

Scarica i bandi

Concorsi ENEA: valutazione titoli

Per i profili professionali di Ricercatore, Collaboratore tecnico Collaboratore di amministrazione, la Commissione esaminatrice disporrà complessivamente di 100 punti, così ripartiti:

  • 60 punti per la valutazione dei titoli, così distribuiti:
    > fino ad un massimo di 20 punti per il punteggio del titolo di studio e per la formazione
    post-diploma;
    > fino ad un massimo di 20 punti per l’esperienza lavorativa di cui all’art. 2 lettera b) del
    presente bando;
    > fino ad un massimo di 20 punti per gli ulteriori titoli e/o esperienze lavorative.
  • 40 punti per l’esame colloquio.

Per quanto riguarda, invece, il profilo professionale di tecnologo, i titoli valutabili sono i seguenti:

  • fino ad un massimo di 20 punti per la formazione universitaria e post-universitaria;
  • fino ad un massimo di 20 punti per il dottorato di ricerca attinente alla posizione o
    esperienza lavorativa documentabile post-lauream;
  • fino ad un massimo di 20 punti per gli ulteriori titoli e/o esperienze lavorative.

Per la tua preparazione visita lo Shop di Maggioli Editore

 




© RIPRODUZIONE RISERVATA


CONDIVIDI

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome