Home Concorsi pubblici Concorso Miur Concorso Ministero dell’Istruzione, 50 posti: requisiti, domanda, prove

Concorso Ministero dell’Istruzione, 50 posti: requisiti, domanda, prove

Pubblicato nella Gazzetta Ufficiale numero 97 del 7 dicembre 2021 il bando di concorso pubblico, per titoli ed esame orale, per l’assunzione a tempo indeterminato di complessive 50 unità di personale di alta professionalità, da inquadrare nell’Area funzionale III, posizione economica F3, da destinare al Ministero dell’istruzione.

In particolare il concorso coprirà:

  • 35 posti nel profilo di funzionario amministrativo – giuridico – contabile (codice concorso 01);
  • 10 posti nel profilo di funzionario socio – organizzativo – gestionale (codice concorso 02);
  • 5 posti nel profilo di funzionario informatico – statistico (codice concorso 03).

Vediamo nei prossimi paragrafi i requisiti per la partecipazione al concorso, come fare domanda e come si svolgerà la selezione, anticipando fin da subito che trattandosi di posti di alta professionalità è richiesto il possesso di Laurea Magistrale e Dottorato di ricerca.

Tutte le novità sui concorsi pubblici

Concorso Ministero dell’Istruzione, 50 posti: requisiti

Per poter partecipare al concorso è richiesto il possesso dei seguenti requisiti:

  • cittadinanza italiana o di uno degli Stati membri dell’Unione europea, oppure cittadinanza di uno Stato diverso da quelli appartenenti all’Unione europea;
  • età non inferiore a 18 anni;
  • idoneità fisica all’impiego;
  • godimento dei diritti civili e politici negli Stati di appartenenza o di provenienza;
  • posizione regolare nei confronti del servizio di leva per i cittadini soggetti a tale obbligo;

Per la partecipazione sono inoltri richiesti:

  • Diploma di laurea (DL) oppure laurea specialistica (LS) oppure laurea magistrale (LM);
  • Dottorato di ricerca.

Le discipline oggetto dei titoli di studio e l’ambito dei dottorati varia a seconda del concorso per cui si partecipa. Si rimanda al bando per conoscere nel dettaglio i titoli di studio richiesti per ciascun codice di concorso.

Non possono essere ammessi al concorso coloro che siano stati esclusi dall’elettorato politico attivo, nonché coloro che siano stati interdetti dai pubblici uffici, siano stati destituiti o dispensati dall’impiego presso una pubblica amministrazione per persistente insufficiente rendimento o dichiarati decaduti per aver conseguito la nomina o l’assunzione mediante la produzione di documenti falsi o viziati da nullità insanabile, ovvero licenziati ai sensi della vigente normativa di legge e/o contrattuale, nonché coloro che abbiano riportato condanne penali con sentenza passata in giudicato per reati che costituiscono un impedimento all’assunzione presso una pubblica amministrazione.

Concorso Ministero dell’Istruzione, 50 posti: domanda

La domanda di partecipazione va inviata esclusivamente per via telematica attraverso il portale del Ministero dell’istruzione all’indirizzo reclutamento.istruzione.it.

Per la presentazione occorrerà essere in possesso delle credenziali SPID, e si un indirizzo di Posta Elettronica Certificata (PEC) intestata al candidato. Sarà possibile fare domanda entro le ore 12.00 del 23 dicembre 2021.

Concorso Ministero dell’Istruzione, 50 posti: valutazione dei titoli

La valutazione dei titoli potrà valere fino a un massimo di 10 punti. Verranno valutati:

  • titoli accademici e di studio;
  • titoli di carriera e di servizio.

La tabella con il punteggio relativo a ciascun titolo è presente all’interno del bando di concorso. Accedono alla prova orale i candidati che avranno riportato un punteggio di almeno 7/10 nella valutazione dei titoli.

>> Scarica il bando <<

Concorso Ministero dell’Istruzione, 50 posti: prova orale

La prova orale consisterà in un colloquio interdisciplinare sulle materie indicate nel bando e che variano per ogni codice di concorso. Il punteggio della prova è espresso in trentesimi e la prova si intenderà superata con un punteggio non inferiore a 21/30.

Durante la prova orale verrà inoltre accertata la conoscenza della lingua inglese a un livello non inferiore al B2 e la verifica della conoscenza delle tecnologie informatiche e delle competenze digitali volte a favorire processi di innovazione amministrativa e di trasformazione digitale della pubblica amministrazione. Inoltre, se selezionata in fase di presentazione della domanda, i candidati potranno essere sottoposti a una ulteriore prova orale facoltativa in una lingua a scelta.

La prova orale si svolgerà in presenza, salvo che la situazione epidemiologica e le disposizioni di contenimento del contagio non lo consentano. In quel caso, la prova potrà essere svolta anche in videoconferenza.

Per la tua preparazione visita lo shop Maggioli Editore




© RIPRODUZIONE RISERVATA


CONDIVIDI

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome