Home Lavoro Rinnovo Ccnl Agidae servizi socio-assistenziali: aumento di 95 euro. Le novità

Rinnovo Ccnl Agidae servizi socio-assistenziali: aumento di 95 euro. Le novità

Paolo Ballanti
rinnovo-ccnl-agidae-novità

Sottoscritto il 2 novembre 2021 a Roma l’ipotesi di accordo per il rinnovo del CCNL (Contratto collettivo nazionale di lavoro) per i dipendenti delle istituzioni socio – sanitarie – assistenziali – educative aderenti all’Agidae.

Nel testo, le sigle sindacali di rappresentanza dei lavoratori FP CGIL, FISASCAT CISL e UILTUCS e l’Associazione Agidae comunicano di aver definito i contenuti del nuovo CCNL valido dal 1° gennaio 2020 al 31 dicembre 2022.

L’intesa sarà sottoposta all’approvazione degli organi dell’Associazione e delle Organizzazioni sindacali (attraverso le assemblee dei lavoratori). Una volta ottenuto il via libera, le parti si riuniranno per sottoscrivere il testo definitivo del Contratto collettivo.

Rispetto all’ultimo rinnovo del CCNL (datato 20 aprile 2017) l’ipotesi di accordo del 2 novembre prevede un aumento economico di 95 euro (categoria C2) da riconoscere in due tranches, rispettivamente a dicembre 2021 e 2022.

Si segnalano inoltre novità in tema di assistenza sanitaria integrativa (in particolare per i contributi a carico del dipendente), permessi retribuiti per la malattia del figlio di età inferiore a tre anni, oltre alla creazione del livello di inquadramento D2.

Analizziamo la novità nel dettaglio.

Speciale Lavoro: tutte le novità

Rinnovo Ccnl Agidae: aumento in busta paga

L’ipotesi di accordo prevede, sotto il profilo economico, un aumento di 95 euro a beneficio della categoria C2, da riparametrare per gli altri livelli di inquadramento.

L’importo sarà corrisposto in due tranches rispettivamente pari a:

  • 50 euro a partire dal 1° dicembre 2021;
  • 45 euro a far data dal 1° dicembre 2022.

Ricordiamo che le tabelle retributive attualmente in vigore, risalenti all’ultimo aumento datato 1° gennaio 2019, un minimo di paga base pari a:

  • Euro 1.032,07 per il livello A in cui sono ricompresi lavoratori che svolgono attività semplici;
  • Euro 1.383,22 per il livello A2, dove sono inquadrati addetti alle pulizie, custodi e fattorini;
  • Euro 1.427,98 per il livello A3 riservato ad operai generici ed addetti alla mensa;
  • Euro 1.491,64 per il livello B2 destinato agli operatori qualificati ai servizi generali, tecnici ed amministrativi;
  • Euro 1.542,55 per il livello C1, riservato ad operai specializzati o impiegati d’ordine;
  • Euro 1.606,61 riservato al livello C2, in cui sono inquadrati gli educatori senza titolo e gli assistenti domiciliari;
  • Euro 1.649,36 livello D in cui sono inquadrati gli impiegati di concetto con responsabilità specifiche in area amministrativa;
  • Euro 1.739,23 livello D1 destinato ad educatori professionali ed assistenti sociali;
  • Euro 1.833,13 livello E1 riservato a capi ufficio, educatori professionali coordinatori, coordinatori di unità operativa e / o servizi semplici;
  • Euro 1.943,53 livello E2 per i coordinati di unità operativa e / o servizi complessi;
  • Euro 2.055,00 livello F1 per il responsabile di area;
  • Euro 2.165,39 livello F2 per il direttore generale.

Ulteriori elementi retributivi, ad esempio indennità di contingenza ed elemento distinto della retribuzione (EDR), previsti in altri CCNL, nel contratto Agidae sono conglobati all’interno dell’importo riconosciuto a titolo di minimo di paga base, sopra descritto.

Rinnovo Ccnl Agidae: creazione del livello D2

Tra i punti del nuovo CCNL si segnala un aggiornamento della classificazione del personale, attraverso la creazione della categoria “D2” in cui, si legge nel documento, verranno “collocati assistenti sociali; psicologi; pedagogisti”.

Rinnovo Ccnl Agidae: assistenza sanitaria integrativa

In sede di rinnovo contrattuale è confermato il contributo di 5 euro mensili per tredici mensilità, a carico del datore di lavoro, destinato a finanziare l’assistenza sanitaria integrativa.

In aggiunta al contributo datoriale è introdotto un prelievo di 2 euro a carico del lavoratore, da effettuarsi in due tranches in contemporanea con gli aumenti contrattuali, di conseguenza:

  • 1 euro a dicembre 2021;
  • 1 euro a dicembre 2022.

CCNL e contratto aziendale 2° livello: differenze, regole, come funziona

Rinnovo Ccnl Agidae: permessi retribuiti per malattia del bambino

Tra le novità del CCNL Agidae si segnala la previsione di tre giorni di permessi retribuiti per malattia dei figli di età inferiore a tre anni.

È utile ricordare che la normativa italiana (Dlgs. n. 151/2001) prevede, a beneficio della madre lavoratrice ed in alternativa al padre, l’utilizzo di permessi non retribuiti per le malattie di ciascun figlio, nel rispetto dei seguenti limiti di durata:

  • Per l’intero decorso della malattia sino al compimento dei tre anni di età del bambino;
  • Cinque giorni lavorativi all’anno, tra i tre e gli otto anni di età del bambino (compreso il giorno del compimento dell’ottavo anno di età).

Tornando al rinnovo del contratto collettivo Agidae, le assenze per malattia del bambino andranno ad aggiungersi alle altre tipologie di permessi attualmente previste, tra cui si citano:

  • Cinque giorni per seri e comprovati motivi familiari, quali lutti, nascite o matrimoni;
  • Dieci giorni annui non retribuiti, riconosciuti per eccezionali motivi;
  • Permessi di durata non superiore alla metà dell’orario giornaliero, per un massimo di 38 ore annue (le ore non lavorate dovranno essere recuperate in uno o più giorni).

Rinnovo Ccnl Agidae: altri aggiornamenti normativi

Il rinnovo del CCNL Agidae porterà novità in tema di:

  • Mercato del lavoro, in particolare sulla clausola di stabilizzazione per le trasformazioni a tempo indeterminato, oltre ai limiti percentuali sulla presenza di contratti a termine;
  • Integrazione a carico del datore di lavoro dell’indennità INPS, a fronte dell’assenza per maternità obbligatoria;
  • Aggiornamento delle disposizioni in tema di congedo parentale.

Rinnovo Ccnl Agidae: validità dell’accordo

Il rinnovo contrattuale avrà effetto, tanto per la parte normativa quanto per quella economica, dal 1° gennaio 2020 al 31 dicembre 2022. Naturalmente, sino alla sottoscrizione del nuovo CCNL, scrivono le parti sindacali, il “presente contratto conserva la sua validità”.

Ricordiamo che l’ultimo accordo risale al 20 febbraio 2017 con validità dal 1° gennaio 2017 e scadenza il 31 dicembre 2019.

Rinnovo CCNL imprese di pulizia: aumenti, entrata in vigore, scadenze, novità



© RIPRODUZIONE RISERVATA


CONDIVIDI

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome