Home Fisco Bollo fatture elettroniche 2021: istruzioni e novità, la guida delle Entrate

Bollo fatture elettroniche 2021: istruzioni e novità, la guida delle Entrate

Elena Bucci
bollo fatture elettroniche 2021

L’Agenzia delle Entrate ha rilasciato nella giornata del 14 aprile una guida con le ultime istruzioni e novità riguardo l’imposta di bollo su fatture elettroniche per il 2021. La guida è stata formulata seguendo le disposizioni del provvedimento dell’Amministrazione Finanziaria del 4 febbraio 2021, per l’effettuazione delle integrazioni da parte dell’Agenzia delle entrate delle fatture inviate tramite il Sistema di Interscambio per le quali è dovuto l’assolvimento dell’imposta di bollo.

Bollo sulle fatture elettroniche 2021: scadenze, calcolo e versamento

Nel vademecum del 14 aprile l’Agenzia illustra il funzionamento del portale “Fatture e
corrispettivi”, per aiutare le partite Iva a:

  • verificare di aver correttamente assoggettato le fatture elettroniche all’imposta di bollo;
  • confermare l’integrazione elaborata dall’Agenzia ed effettuare il versamento di tale imposta caso di omissione dell’indicazione del bollo sulle fatture emesse.

Vediamo ora nel dettaglio le novità e le istruzioni rilasciate dall’Agenzia delle Entrate nella guida del 14 aprile 2021.

Bollo fatture elettroniche 2021: integrazione delle fatture

Per prima cosa, l’Agenzia delle entrate elabora per ogni trimestre solare le fatture elettroniche trasmesse al Sistema di Interscambio (SdI), per determinare se su tali fatture è stato indicato correttamente l’assoggettamento all’imposta di bollo.

L’esito di questa elaborazione si traduce in due elenchi presenti all’interno del portale Fatture e Corrispettivi, contenenti gli estremi delle fatture elettroniche emesse nel trimestre solare di riferimento:

  • l’elenco A (non modificabile): contiene gli estremi delle fatture correttamente assoggettate all’imposta di bollo  (campo valorizzato a “SI” nel file con estensione .xml contenente la fattura elettronica). Di seguito un esempio di elenco A:

bollo fatture elettroniche

  • l’elenco B (modificabile): contiene gli estremi delle fatture che presentano i requisiti per l’assoggettamento a bollo ma che non riportano l’indicazione prevista (campo non presente nel file con estensione .xml contenente la fattura elettronica):

bollo fatture elettroniche

Nell’elenco B figurano tutte le fatture riferite ad operazioni nelle quali non è stato indicato l’assolvimento dell’imposta di bollo, dove la somma degli importi delle operazioni presenti risulta maggiore di 77,47 euro e dove è stato valorizzato il campo “Natura” con uno dei codici:

  • N2.1 e N2.2 (operazioni non soggette a Iva);
  • N3.5 e N3.6 (operazioni non imponibili Iva);
  • N4 (operazioni esenti Iva).

Ai fini dell’individuazione del trimestre di riferimento, per le fatture elettroniche emesse nei confronti di privati (operatori Iva e consumatori finali) vengono considerate quelle in cui:

  • la data di consegna, contenuta nella “ricevuta di consegna” rilasciata al termine dell’elaborazione, è precedente alla fine del trimestre;
  • la data di messa a disposizione (contenuta nella “ricevuta di impossibilità di recapito) è precedente alla fine del trimestre.

Per quanto riguarda l’individuazione del trimestre di riferimento delle fatture elettroniche emesse nei confronti delle Pubbliche amministrazioni, vengono considerate le fatture:

  • consegnate e accettate dalla Pubblica amministrazione destinataria, per le quali la
    data di consegna è precedente alla fine del trimestre;
  • consegnate e in decorrenza termini, per le quali la data di consegna è precedente alla fine del trimestre;
  • non consegnate, per le quali la data di messa a disposizione è precedente alla fine del trimestre.

Precompilata Iva 2021: cos’è, come funziona, a cosa serve, novità

Bollo fatture elettroniche 2021: modifiche alle fatture

Gli elenchi A e B di ogni soggetto IVA che ha emesso fatture elettroniche sono messi a disposizione dell’Agenzia delle Entrate nell’area riservata del portale “Fatture e corrispettivi” entro il giorno 15 del primo mese successivo ad ogni trimestre. I primi elenchi sono dunque consultabili entro il 15 aprile 2021.

La guida dell’Agenzia delle Entrate segnala la possibilità del contribuente di modificare l’elenco B indicando quali fatture, di quelle selezionate, non realizzano i presupposti per l’applicazione dell’imposta di bollo e aggiungendo gli estremi identificativi delle fatture elettroniche che, invece, devono essere assoggettate ma non sono presenti in nessuno dei due elenchi.

Per quanto riguarda le modifiche in aggiunta delle fatture elettroniche da assoggettare
all’imposta di bollo che non sono presenti nell’elenco B, la guida delle Entrate specifica che:

  • deve trattarsi di fatture elettroniche trasmesse al Sistema di Interscambio ed
    elaborate senza scarto (il sistema ha prodotto “ricevuta di consegna” o “ricevuta di
    impossibilità di recapito”);
  • devono essere state emesse dal contribuente in qualità di cedente/prestatore o, se
    autofatture (tipo documento “TD20”), dal contribuente in qualità di
    cessionario/committente;
  • devono riferirsi al trimestre in oggetto (e non al trimestre precedente o successivo).

Bollo fatture elettroniche 2021: calendario scadenze

Le modifiche ai due elenchi devono essere effettuate entro l’ultimo giorno del mese
successivo al trimestre di riferimento. La prima scadenza è il 30 aprile 2021, mentre per quanto riguarda il secondo trimestre, il termine del 31 luglio slitta al 10 settembre.

Il calendario da seguire è il seguente:

bollo fatture elettroniche

Se la scadenza per il pagamento dell’imposta di bollo è un giorno festivo, viene slittata
al primo giorno lavorativo successivo

>>> Speciale Fisco: tutte le novità e gli aggiornamenti

Bollo fatture elettroniche 2021: pagamento dell’imposta

Sulla base dei dati presenti negli elenchi A e B, l’Agenzia delle Entrate procede al calcolo dell’imposta di bollo dovuta per il trimestre di riferimento e ne evidenzia l’importo nell’area riservata del portale “Fatture e corrispettivi” entro il giorno 15 del secondo mese successivo alla chiusura del trimestre. Per il secondo trimestre, tale data slitta al 20 settembre.

bollo fatture elettroniche

Il pagamento dev’essere effettuato entro le scadenze sopra elencate. Nel caso di versamento dell’imposta di bollo omesso, carente o tardivo rispetto alla scadenza, l’Agenzia delle entrate trasmette al contribuente una comunicazione telematica all’indirizzo di posta elettronica certificata nella quale indica l’importo dovuto per:

  • l’imposta di bollo;
  • la sanzione prevista dall’articolo 13, comma 1, del decreto legislativo n. 471/1997,
    ridotta a un terzo;
  • gli interessi.

Scarica la Guida dell’Agenzia delle Entrate.

(Fonte: Agenzia delle Entrate)

Libri utili:

Guida alla fatturazione elettronica tra privati

Guida alla fatturazione elettronica tra privati

Nicola Santangelo, 2019, Maggioli Editore

Il volume, rivolto prevalentemente a imprese e professionisti, consente di approcciarsi con maggior consapevolezza alle tematiche correlate alla fatturazione elettronica, sia fornendo un adeguato livello di conoscenza tecnico-normativa della materia, sia guidando l’operatore attraverso la...



Il commercio elettronico

Il commercio elettronico

Benedetto Santacroce - Simona Ficola, 2019, Maggioli Editore

Il volume è una guida completa sul commercio elettronico, di cui in particolare esamina il regime fiscale, concentrandosi principalmente sull’IVA, ma non trascurando le altre problematiche relative alla fiscalità diretta.Le fattispecie più complesse sono sintetizzate in tabelle...



Lo scontrino elettronico

Lo scontrino elettronico

Luca Capozucca, Fabio Rocci, 2019, Maggioli Editore

Con l’entrata in vigore del c.d. “scontrino elettronico”, tutti gli operatori economici tenuti all’emissione dello scontrino o della ricevuta fiscale dovranno trasmettere, quotidianamente, all’Agenzia delle Entrate i dati relativi agli incassi giornalieri...





© RIPRODUZIONE RISERVATA


CONDIVIDI

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome