Home Lavoro Rinnovo CCNL metalmeccanici: quali aumenti in busta paga?

Rinnovo CCNL metalmeccanici: quali aumenti in busta paga?

Paolo Ballanti

Dal 1° giugno 2021 previsti aumenti retributivi per i dipendenti del settore Metalmeccanica – industria. È il risultato dell’accordo siglato il 5 febbraio scorso da Federmeccanica, Assistal, FIM-CISL, FIOM-CGIL, UILM-UIL, di rinnovo dell’attuale contratto collettivo (CCNL) metalmeccanici scaduto il 31 dicembre 2019.

L’accordo modifica radicalmente il sistema di classificazione del personale, ad oggi diviso in categorie, introducendo, dal 1° giugno prossimo, un inquadramento distinto in nove livelli retributivi, dal D1 all’A1.

Cambiano anche i minimi salariali, attraverso un aumento diviso in quattro tranches, con lo scopo di adeguare i trattamenti retributivi ad un particolare indicatore “IPCA”, che misura la dinamica inflativa.

Analizziamo nel dettaglio le principali novità a livello economico derivanti dal rinnovo del CCNL Metalmeccanica – industria.

Nuovo Ccnl metalmeccanici 2021: nuove retribuzioni, livelli, novità e testo

Rinnovo CCNL metalmeccanici: le novità

I punti toccati dall’accordo di rinnovo del 5 febbraio 2021 riguardano, tra gli altri:

  • Inquadramento professionale;
  • Condizioni retributive;
  • Assistenza sanitaria integrativa;
  • Previdenza complementare;
  • Smart working;
  • Formazione;
  • Apprendistato professionalizzante;
  • Interventi per le donne vittime di violenze di genere
  • Quota contrattuale.

Le nuove condizioni decorrono dal 5 febbraio 2021 e saranno in vigore sino al 30 giugno 2024.

Il precedente contratto collettivo, scaduto il 31 dicembre 2019, ha operato in regime di ultrattività dal 1° gennaio 2020 sino appunto alla data di sottoscrizione dell’accordo di rinnovo.

Più info sul >>  Nuovo CCNL Metalmeccanici

Rinnovo CCNL metalmeccanici: aumento in quattro tranches

Una delle principali e più interessanti novità dell’accordo è rappresentata dagli aumenti retributivi. In particolare, nel mese di giugno di ciascun anno di vigenza del CCNL, i minimi contrattuali saranno adeguati, si legge nel testo, sulla base della “dinamica inflattiva consuntivata misurata con l’IPCA al netto degli energetici importati così come fornita dall’ISTAT”.

Nello specifico, è stato stabilito un aumento del 6,15% in base alla dinamica inflativa, da suddividere in 4 tranches rispettivamente a giugno 2021, giugno 2022, giugno 2023 e giugno 2024.

Le parti si impegnano a riunirsi entro i primi giorni del mese di giugno di ciascun anno, per verificare la reale dinamica inflativa. In caso di importo superiore a quello preventivato, i minimi tabellari saranno di conseguenza adeguati.

In base a quanto anticipato, l’incremento per livello, distinto nelle quattro tranches sarà pari a:

Livello 1^ tranche 2^ tranche 3^ tranche 4^ tranche Totale
D1 20,18 20,18 21,79 28,25 90,40
D2 22,38 22,38 24,17 31,33 100,26
C1 22,86 22,86 24,69 32,01 102,42
C2 23,34 23,34 25,21 32,68 104,57
C3 25,00 25,00 27,00 35,00 112,00
B1 26,80 26,80 28,94 37,52 120,06
B2 28,75 28,75 31,05 40,25 128,80
B3 32,10 32,10 34,66 44,93 143,79
A1 32,86 32,86 35,49 46,01 147,22

 

Rinnovo CCNL metalmeccanici: nuovi minimi per livello

A seguito degli aggiornamenti retributivi, i minimi salariali, rispettivamente al 1° giugno 2021, 1° giugno 2022, 1° giugno 2023 e 1° giugno 2024 avranno i seguenti valori:

LIVELLI MINIMI 01/06/2021 MINIMI 01/06/2022 MINIMI 01/06/2023 MINIMI 01/06/2024
D1 1.488,89 1.509,07 1.530,86 1.559,11
D2 1.651,07 1.673,45 1.697,62 1.728,95
C1 1.686,74 1.709,60 1.734,29 1.766,30
C2 1.722,41 1.745,75 1.770,96 1.803,64
C3 1.844,64 1.869,64 1.896,64 1.931,64
B1 1.977,19 2.003,99 2.032,93 2.070,45
B2 2.121,20 2.149,95 2.181,00 2.221,25
B3 2.368,12 2.400,22 2.434,88 2.479,81
A1 2.424,86 2.457,72 2.493,21 2.539,22

 

Rinnovo CCNL metalmeccanici: nuova classificazione dei lavoratori

L’accordo del 5 febbraio modifica radicalmente la classificazione dei lavoratori e i livelli di inquadramento. In particolare, dal 1° giugno 2021 debutterà una divisione del personale in quattro ruoli:

  • D, riservato ai ruoli operativi, il quale comprenderà i livelli D1 e D2;
  • C, per i ruoli tecnico specifici, con all’interno i livelli C1, C2 e C3;
  • B, riservato ai ruoli specialistici e gestionali, comprendente i livelli B1, B2 e B3;
  • A, per i ruoli di gestione del cambiamento e innovazione, con il solo livello A1.

Di conseguenza, rispetto all’attuale sistema di inquadramento del personale, viene eliminata la 1^ categoria. I lavoratori in 1^ categoria saranno, dal 1° giugno 2021, ricondotti al nuovo livello D1, corrispondente alla 2^ categoria odierna.

Vediamo nel dettaglio cosa cambia tra l’attuale sistema di inquadramento per categorie e i livelli in vigore dal 1° giugno 2021:

ATTUALE CATEGORIA RUOLO PROFESSIONALE (01/06/2021) LIVELLO (01/06/2021)
1 ELIMINAZIONE 1^ CATEGORIA D1
2 D – RUOLI OPERATIVI D1
3 D – RUOLI OPERATIVI D2
3S C – RUOLI TECNICO SPECIFICI C1
4 C – RUOLI TECNICO SPECIFICI C2
5 C – RUOLI TECNICO SPECIFICI C3
5S B – RUOLI SPECIALISTICI E GESTIONALI B1
6 B – RUOLI SPECIALISTICI E GESTIONALI B2
7 B – RUOLI SPECIALISTICI E GESTIONALI B3
8 A – RUOLI DI GESTIONE DEL CAMBIAMENTO E INNOVAZIONE A1

 

Rinnovo CCNL metalmeccanici: confronto vecchie e nuove retribuzioni

Gli attuali livelli retributivi sono frutto dell’ultimo aggiornamento contrattuale avvenuto con decorrenza 1° giugno 2020. Per comprendere l’effetto del nuovo inquadramento professionale, confrontiamo i minimi salariali in vigore ad oggi e quelli previsti dal 1° giugno 2021:

CATEGORIE MINIMI ATTUALI LIVELLI (01/06/2021) MINIMI DA 01/06/2021
1 1.330,54 D1 1.488,89
2 1.468,71 D1 1.488,89
3 1.628,69 D2 1.651,07
3S 1.663,88 C1 1.686,74
4 1.699,07 C2 1.722,41
5 1.819,64 C3 1.844,64
5S 1.950,39 B1 1.977,19
6 2.092,45 B2 2.121,20
7 2.336,02 B3 2.368,12
8 2.392,00 A1 2.424,86

Scarica il testo integrale del nuovo CCNL metalmeccanici

Libro consigliato:

CCNL Metalmeccanici

CCNL Metalmeccanici

Pierpaolo Masciocchi, 2021, Maggioli Editore

Grazie alla stipula dell’Accordo del 5 febbraio 2021 è stato rinnovato, con scadenza 30 giugno 2024, il contratto di lavoro che regola i rapporti dei dipendenti dell’industria metalmeccanica e della installazione di impianti. Il volume illustra in prima analisi il quadro sintetico di tutte...





© RIPRODUZIONE RISERVATA


CONDIVIDI

1 COMMENTO

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome