Home Concorsi pubblici Navigator, proroga contratti al 31 dicembre e titolo preferenziale nei concorsi

Navigator, proroga contratti al 31 dicembre e titolo preferenziale nei concorsi

Alice Lottici
navigator-proroga-contratti

Il governo Draghi con il Decreto Sostegni (DL 41/2021), pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 70 del 22.03.2021 e in vigore dal 23 marzo, è intervenuto sulla questione dei Navigator, i vincitori del concorso indetto da ANPAL che collaborano dal 2019 con i Centri per l’Impiego per assistere i percettori del Reddito di Cittadinanza nella ricerca di un nuovo impiego.

Assunti con contratto a termine, avrebbero dovuto interrompere la collaborazione il 30 aprile di quest’anno. Il decreto ha prorogato la validità del contratto al 31 dicembre e attribuito la preferenza nella partecipazione ai concorsi pubblici per un costo totale di circa 61 milioni di euro.

Vediamo nel dettaglio le novità.

Decreto Sostegni: tutte le misure e aiuti per lavoratori, famiglie e disoccupati

Navigator: proroga contratti al 31 dicembre

Figure essenziali e altamente specializzate, ma precarie. E’ questa la condizione dei Navigator, assunti da ANPAL nel 2019 con un contratto a tempo determinato della durata di 2 anni, un compenso lordo annuo di 27.338,76 euro e 300 euro lordi mensili a titolo di rimborso forfettario per spese di viaggio, vitto e alloggio.

Il Dl Sostegni, così come indicato nell’art. 18, ha previsto la proroga dei contratti fino al 31 dicembre 2021, in vista “del completamento delle procedure regionali di selezione del personale per il potenziamento dei centri per l’impiego al fine di garantire la continuità delle attività di assistenza tecnica presso le sedi territoriali delle Regioni e Province autonome e nel rispetto delle convenzioni sottoscritte tra ANPAL Servizi s.p.a. e le singole amministrazioni regionali e provinciali autonome“.

La mancanza di un intervento avrebbe presto lasciato 2.980 professionisti senza un lavoro. Tuttavia, per le associazioni di categoria, è un piccolo passo per un traguardo più grande: la stabilizzazione e una maggior responsabilità nell’ambito della riforma delle politiche attive.

Quando la situazione pandemica lo consentirà, prenderà il via il piano di potenziamento dei Centri per l’Impiego annunciato dal Governo (con più di 4.000 assunzioni a tempo indeterminato e 1.600 a tempo determinato) e verranno conclusi diversi concorsi programmati a livello regionale.

Navigator: titolo di preferenza nei concorsi pubblici

L’aver prestato servizio in qualità di Navigator costituirà titolo di preferenza nei concorsi pubblici banditi dalle Regioni, nonché dagli Enti e dalle Agenzie ad esse dipendenti.

Concorsi pubblici, titoli di preferenza: quali sono e a cosa servono

Si tratta di una ulteriore misura che introduce l’art. 18: “Il servizio prestato dai soggetti di cui al periodo precedente costituisce titolo di preferenza, a norma dell’articolo 5 del decreto del Presidente della Repubblica 9 maggio 1994, n. 487, nei concorsi pubblici, compresi quelli per i centri per l’impiego, banditi dalle Regioni e dagli enti ed Agenzie dipendenti dalle medesime“.

In concreto, nella partecipazione a un concorso pubblico bandito dalle Regioni, dagli Enti o dalle Agenzie per l’Impiego i Navigator avranno un vantaggio nell’attribuzione del punteggio nella graduatoria finale rispetto ad altri candidati nella stessa posizione.

Leggi l’approfondimento su Fiscoetasse.com

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA


CONDIVIDI

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome