Home Lavoro Contributi volontari INPS 2021: gli importi per dipendenti, autonomi e Gestione separata

Contributi volontari INPS 2021: gli importi per dipendenti, autonomi e Gestione separata

Paolo Ballanti

La circolare INPS numero 27 del 16 febbraio 2021 ha fornito i valori di riferimento per il calcolo dei contributi volontari dovuti nel 2021 da lavoratori dipendenti non agricoli, autonomi e soggetti iscritti alla Gestione separata.

Il documento dell’Istituto, pubblicato con cadenza annuale, giunge a seguito della comunicazione con cui l’ISTAT ha reso nota la variazione percentuale dell’indice dei prezzi al consumo per le famiglie di operai e impiegati, rilevata tra gennaio – dicembre 2019 e gennaio – dicembre 2020.

Analizziamo nel dettaglio i nuovi valori di riferimento 2021.

Leggi anche “Precompilata Iva 2021: cos’è, come funziona, a cosa serve, novità”

Contributi volontari INPS 2021: lavoratori dipendenti non agricoli

In considerazione della variazione dei prezzi al consumo per le famiglie di operai e impiegati, verificatasi tra il periodo gennaio 2019 – dicembre 2019 e il periodo gennaio 2020 – dicembre 2020, rilevata dall’ISTAT in misura pari al -0,3%, la circolare numero 27 individua i valori di riferimento per l’anno 2021 ai fini dei versamenti volontari dei lavoratori dipendenti non agricoli:

  • 206,33 euro è l’importo della retribuzione minima settimanale su cui calcolare il contributo volontario;
  • La prima fascia di retribuzione annua oltre la quale è applicata l’aliquota aggiuntiva dell’1% è pari ad euro 47.379,00;
  • I prosecutori volontari che hanno versato contributi in data non anteriore al 1° gennaio 1996 o che, avendone il requisito, scelgono il sistema contributivo, sono soggetti ad un massimale annuo pari ad euro 103.055,00.

La circolare INPS si preoccupa anche di fissare, per l’anno corrente, l’aliquota da applicare ai lavoratori dipendenti non agricoli autorizzati alla prosecuzione volontaria, con decorrenza successiva al 31 dicembre 1995, in misura pari al 33%.

Al contrario, l’aliquota per i soggetti autorizzati alla prosecuzione volontaria con decorrenza entro il 31 dicembre 1995 è prevista in misura pari al 27,87%.

A titolo informativo si rende noto che, per gli anni passati, i valori di retribuzione minima settimanale, prima fascia di retribuzione annua, massimale ed aliquota IVS (per i soggetti con prosecuzione volontaria decorrente in data successiva al 31 dicembre 1995):

  • Per l’anno 2020 i valori sono stati identici a quelli previsti per il 2021;
  • Nel 2019 euro 205,20 (retribuzione minima settimanale), 47.143,00 euro (prima fascia retribuzione annua), 102.543,00 euro (massimale), 33% (aliquota IVS);
  • Per l’anno 2018 euro 202,97 (retribuzione minima settimanale), 46.630,00 (prima fascia retribuzione annua), 101.427,00 euro (massimale), 33% (aliquota IVS).

>>> Speciale Lavoro: tutte le novità

Contributi volontari INPS 2021: artigiani e commercianti

Per i soggetti iscritti alle gestioni previdenziali degli artigiani e commercianti, l’aliquota da applicare per il calcolo dei contributi volontari nell’anno 2021 è pari a:

  • 24% per gli artigiani e 24,09% per i commercianti, con riferimento ai soggetti di qualunque età ed ai collaboratori di età superiore ai 21 anni;
  • I collaboratori di età non superiore ai 21 anni dovranno farsi carico di un’aliquota del 22,35% se artigiani ovvero del 22,44% se commercianti.

Alla luce delle aliquote citate, la circolare fissa le otto classi di reddito e gli importi dei redditi medi imponibili, per ciascuna delle due gestioni.

Contribuzione mensile Artigiani

Classe di reddito Reddito medio imponibile Contribuzione mensile
24% 22,35%
1 – Fino a € 15.953 € 15.953 € 319,06 € 297,13
2 – Da € 15.954 a € 21.191 € 18.573 € 371,46 € 345,93
3 – Da € 21.192 a € 26.429 € 23.811 € 476,22 € 443,48
4 – Da € 26.430 a € 31.667 € 29.049 € 580,98 € 541,04
5 – Da € 31.668 a € 36.905 € 34.287 € 685,74 € 638,60
6 – Da € 36.906 a € 42.143 € 39.525 € 790,50 € 736,16
7 – Da € 42.144 a € 47.378 € 44.761 € 895,22 € 833,68
8 – Da € 47.379 € 47.379 € 947,58 € 882,44

Contribuzione mensile Commercianti

Classe di reddito Reddito medio imponibile Contribuzione mensile
24,09% 22,44%
1 – Fino a € 15.953 € 15.953 € 320,26 € 298,33
2 – Da € 15.954 a € 21.191 € 18.573 € 372,86 € 347,32
3 – Da € 21.192 a € 26.429 € 23.811 € 478,01 € 445,27
4 – Da € 26.430 a € 31.667 € 29.049 € 583,16 € 543,22
5 – Da € 31.668 a € 36.905 € 34.287 € 688,32 € 641,17
6 – Da € 36.906 a € 42.143 € 39.525 € 793,47 € 739,12
7 – Da € 42.144 a € 47.378 € 44.761 € 898,58 € 837,04
8 – Da € 47.379 € 47.379 € 951,14 € 885,99

La media dev’essere rapportata ai soli importi indicati con riferimento al “reddito medio imponibile”. In particolare, la classe reddituale da attribuire è quella il cui reddito è pari o inferiore alla media delle somme sulle quali sono stati versati i contributi negli ultimi tre anni.

Contributi volontari INPS 2021: Gestione separata

Con esclusivo riferimento alla Gestione separata l’importo dei contributi volontari viene determinato applicando all’ammontare medio dei compensi, percepiti nell’anno di contribuzione precedente alla data della domanda, l’aliquota IVS pari per l’anno 2021 al:

  • 25% per i professionisti;
  • 33% per collaboratori e figure assimilate.

In particolare, l’aliquota di riferimento è quella applicata sui contributi ordinari per i soggetti privi di altra copertura previdenziale e non pensionati.

Inoltre, in considerazione del fatto che per l’anno corrente il minimale contributivo per la Gestione separata è pari ad euro 15.953,00, l’importo minimo dovuto dai prosecutori volontari della Gestione separata non potrà essere inferiore a:

  • 988,32 euro annui (equivalenti ad euro 332,36 mensili) per i professionisti;
  • 264,52 euro annui (equivalenti ad euro 438,71 mensili) per tutti gli altri iscritti.

Contributi volontari INPS 2021: Iscritti all’evidenza contabile separata del FPLD, Fondo Volo e FS

È fissata in misura pari al 33% l’aliquota per i contributi volontari versati dagli iscritti all’evidenza contabile separata del FPLD (Autoferrotranvieri, Elettrici, Telefonici, dirigenti ex INPDAI) ed al Fondo dipendenti Ferrovie dello Stato S.p.A.

Al contrario, per i prosecutori volontari del Fondo Volo le aliquote sono pari a:

  • 40,82% per gli iscritti al Fondo Volo con più di 18 anni di anzianità contributiva alla data del 31 dicembre 1995 ovvero con meno di 18 anni di anzianità contributiva non aderenti a fondi di previdenza complementare;
  • 37,70% per chi ha meno di 18 anni di anzianità contributiva al 31 dicembre 1995 e, altresì, aderisce ai fondi di previdenza complementare;
  • 38% per gli iscritti al Fondo Volo in data successiva al 31 dicembre 1995 ed altresì privi di anzianità contributiva in qualsiasi gestione previdenziale.

L’aliquota di riferimento è individuabile dal codice “Tipo lavoratore” contenuto nelle denunce mensili e/o annuali:

  • Codice X3 equivalente ad un’aliquota IVS del 40,82%;
  • Codice Y3 riferito all’aliquota IVS del 37,70%;
  • Codifica Z3 relativa ad un’aliquota IVS del 38%.

Contributi volontari INPS 2021: Fondo speciale Istituto Postelegrafonici (ex IPOST)

Da ultimo si rende noto che l’aliquota per i contributi volontari da parte dei soggetti iscritti al Fondo speciale Istituto Postelegrafonici è pari per l’anno 2021 al 32,65%.

Scarica il testo integrale della Circolare INPS n. 27 del 16 febbraio 2021



© RIPRODUZIONE RISERVATA


CONDIVIDI

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome