Home Concorsi pubblici Esame Consulente Lavoro 2021, prove scritte a settembre: ecco tutte le indicazioni

Esame Consulente Lavoro 2021, prove scritte a settembre: ecco tutte le indicazioni

esame-consulente-lavoro

Con avviso nella Gazzetta Ufficiale n.8 del 29-01-2021 è indetta la sessione annuale dell’Esame Consulente Lavoro. Gli interessati possono presentare la domanda di ammissione fino al 16 luglio con le modalità che indicheremo nei seguenti paragrafi.

Le prove scritte si terranno il 6 e il 7 settembre presso gli Ispettorati interregionali del lavoro e gli uffici dell’Ispettorato nazionale del lavoro dislocati sul territorio. A seguire la prova orale.

Vediamo ora tutte le informazioni sull’Esame di Stato Consulente Lavoro 2021.

Ultime news sui concorsi pubblici e sugli esami di abilitazione

Esame Consulente Lavoro 2021: requisiti di accesso

Possono sostenere l’esame di abilitazione i candidati con cittadinanza italiana, comunitaria o di Paesi Terzi (purché in possesso di adeguato titolo di soggiorno) e uno dei seguenti titoli di studio:

  • Diploma di laurea quadriennale in giurisprudenza, in scienze economiche e commerciali o in scienze politiche ovvero diploma universitario o laurea triennale in consulenza del lavoro;
  • Laurea triennale o Laurea magistrale (LM) tra quelle appartenenti alle seguenti classi di cui al parere del CUN n. 1540 del 23 ottobre 2012: classe L-14 Scienze dei servizi giuridici; classe L-16 Scienze dell’amministrazione e dell’organizzazione, classe L-18 Scienze dell’economia e della gestione aziendale, classe L-33 Scienze economiche, classe L-36 Scienze politiche e delle relazioni internazionali;
  • Laurea magistrale della classe LM-56 Scienze dell’economia, classe LM-62 Scienze della politica, classe LM-63 Scienze delle pubbliche amministrazioni, classe LM-77 Scienze economico-aziendali,  classe LMG-01 delle lauree magistrali in giurisprudenza;
  • titoli di studio equiparati ai precedenti;
  • titoli di studio conseguiti all’estero con attestato di idoneità (è necessario chiedere un apposito riconoscimento).

I candidati inoltre devono essere in possesso o aver richiesto al competenze consiglio provinciale il certificato di compimento della pratica professionale.

I requisiti devono essere posseduti alla data di presentazione della domanda.

Domanda Esame Consulente Lavoro 2021

La domanda di ammissione deve essere presentata in modalità telematica attraverso il sito del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali: www.lavoro.gov.it. Dall’8 febbraio sarà indicata la procedura per l’invio.

La scadenza invece è fissata al 16 luglio 2021.

Scarica qui il modulo di domanda

Esame Consulente Lavoro 2021: prove

L’esame per l’abilitazione consulente lavoro si compone di due prove scritte e una prova orale.

Le due prove scritte consistono nella redazione di un tema su diritto del lavoro e  legislazione sociale più un esame teorico-pratico sul tema del diritto tributario scelto dalla commissione.

I candidati hanno 7 ore di tempo per ciascuna prova. E’ consentita la consultazione dei testi di legge non commentati e dei dizionari autorizzati dalla Commissione.

La prova orale verte sulle seguenti materie:

  • diritto del lavoro;
  • legislazione sociale;
  • diritto tributario ed elementi di ragioneria, con particolare riguardo alla rilevazione del costo del lavoro e alla formazione del bilancio;
  • elementi di diritto privato, pubblico e penale;
  • ordinamento professionale e deontologia.

La Commissione può attribuire fino a 10 punti per ogni prova scritta e per la prova orale. Con un punteggio di 6/10 negli scritti si accede all’orale, mentre con un punteggio di 6/10 all’orale si ottiene l’abilitazione.

Calendario prove Esame Consulente Lavoro 2021

Le prove scritte avranno inizio alle 8,30 dei seguenti giorni:

  • 6 settembre 2021, prova scritta in diritto del lavoro e legislazione sociale;
  • 7 settembre 2021, prova teorico-pratica in diritto tributario.

Le prove d’esame avranno luogo presso:

  • gli Ispettorati interregionali del lavoro di Milano, Venezia, Roma e Napoli;
  • gli ispettorati territoriali di Ancona, Aosta, Bari, Bologna, Cagliari, Campobasso, Firenze, Genova, L’Aquila, Perugia, Potenza, Reggio-Calabria, Torino e Trieste;
  • la Regione Sicilia – Dipartimento regionale del lavoro, dell’impiego, dell’orientamento, dei servizi e delle attività formative;
  • le Province autonome di Bolzano – Ufficio tutela sociale del lavoro e di Trento – Servizio lavoro;
  • uffici dell’Ispettorato nazionale del lavoro dislocati sul territorio.

 

Per approfondire il tema paghe e contributi consigliamo:

Paghe e contributi

Paghe e contributi

Alessandra Gerbaldi, 2020, Maggioli Editore

Il volume, Si presenta come uno strumento utile sia per chi già opera nel settore, per consentirgli di non perdere il contatto con i passaggi necessari per l’elaborazione delle buste paga e dei vari adempimenti connessi, sia per coloro che si approcciano per la prima volta alla...



 

Iscriviti alla newsletter LeggiOggi Concorsi per rimanere aggiornato!



© RIPRODUZIONE RISERVATA


CONDIVIDI

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome