Home Pensioni Pensioni Febbraio 2021: anticipo pagamento, date, modalità, novità

Pensioni Febbraio 2021: anticipo pagamento, date, modalità, novità

Daniele Bonaddio
pensioni-febbraio-2020-calendario-anticipo-pagamento-novita

La pensione di febbraio 2021 può essere riscossa in anticipo presso lo sportello di Poste Italiana Spa. Da quasi un anno ormai, ossia da quando è scoppiata la pandemia da Coronavirus in Italia, l’INPS ha concesso ai cittadini appartenenti alle cd. “fasce deboli” – vale a dire i pensionati – di poter riscuotere con qualche giorno di anticipo il trattamento previdenziale. Dunque, mensilmente l’Istituto Previdenziale stila un preciso calendario in ordine alfabetico, suddiviso generalmente su sei giorni, che deve essere rispettato per riscuotere le pensioni. Come noto, il calendario scaglionato ha il compito di evitare il formarsi di lunghe file presso le poste, in quanto possono facilmente causare assembramenti e essere veicolo di diffusione e trasmissione del Covid-19.

Giova ricordare sin da ora che l’anticipo pensionistico riguarda esclusivamente coloro che riscuotono la pensione direttamente presso la posta. Pertanto, restano esclusi dall’anticipo i pensionati che ricevono la pensione su mezzi elettronici, quali il conto corrente bancario o postale. Per questi ultimi, infatti, l’erogazione della pensione è avvenuta sempre il primo giorno bancabile del mese.

Per le mensilità di gennaio e febbraio 2021, il calendario di riscossione della pensione è stato disposto dall’INPS con la notizia del 22 dicembre 2021.

Ma andiamo in ordine e vediamo quando i pensionati potranno riscuotere la pensione, quali sono le modalità alternative e tutte le novità.

Pensioni 2021: tutte le strade per uscire da lavoro nel nuovo anno

Pensioni Febbraio 2021: chi può anticipare la pensione

Come appena specificato, possono anticipare la pensione solo i pensionati che non hanno scelto un metodo di pagamento telematico (es. conto corrente postale o bancario). Quindi va da sé che sono interessati all’anticipo esclusivamente coloro che riscuotono l’importo pensionistico presso la posta.

Inoltre, possono essere anticipate solamente specifiche tipologie di prestazioni, tra i quali rientrano:

  • le pensioni;
  • gli assegni;
  • le indennità di accompagnamento erogate agli invalidi civili di cui all’art. 1, co. 302, della L. n. 190/2014.

Pensioni Febbraio 2021: il calendario

Per consentire a tutti i beneficiari dell’assegno previdenziale di recarsi presso gli uffici di Poste Italiane Spa in totale sicurezza e nel rispetto delle norme per il contenimento del Covid-19, anche per il mese di febbraio 2021, è stata decisa l’anticipazione del pagamento delle pensioni.

Per il mese di febbraio 2021, i pagamenti partiranno il 25 gennaio e si concluderanno il 30 gennaio secondo la seguente turnazione alfabetica.

  • A-B: lunedì 25 gennaio
  • C-D: martedì 26 gennaio
  • E-K: mercoledì 27 gennaio
  • L-O: giovedì 28 gennaio
  • P-R: venerdì 29 gennaio
  • S-Z: sabato 30 gennaio

Da notare che il calendario potrebbe anche variare da quello effettivo in ciascun Ufficio postale. Pertanto, ciascun interessato dovrà controllare il calendario dei pagamenti esposto dall’Ufficio postale in cui riscuote la pensione.

Pensioni Febbraio 2021: modalità alternative di riscossione

Come per gli scorsi mesi, il pensionato può decidere anche di delegare un’altra persona per riscuotere la pensione. In tal caso, precisa l’INPS, vale comunque il calendario dei cognomi del titolare.

Tra l’altro, il pagamento in contanti resta a disposizione per la riscossione per 60 giorni a partire dal primo giorno bancabile del mese di riferimento.

Pensioni Febbraio 2021: servizio per gli over 75

Per i pensionati di età pari o superiore a 75 anni che non sono in grado di riscuotere in autonomia la pensione, possono delegare i Carabinieri al ritiro della pensione presso gli uffici postali.

Naturalmente, il servizio è totalmente gratuito e il pensionato riceverà l’assegno mensile direttamente presso il proprio domicilio.

Pensioni Febbraio 2021: rivalutazione delle pensioni

Si ricorda, infine, che per il 2021 è prevista una rivalutazione delle pensioni dello 0,5%. Tale rivalutazione spetta al 100% solo a chi percepisce una pensione con importo inferiore a 4 volte il trattamento minimo.

Per gli altri pensionati sono previste fasce via via più basse a secondo dell’importo già percepito. Mediamente ogni pensionato riceverà tra i 10 e i 25 euro in più.

Ape social 2021: nuove domande al via. Requisiti e Istruzioni Inps



© RIPRODUZIONE RISERVATA


CONDIVIDI

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome