Home Concorsi pubblici Concorsi Regione Sardegna, ripartono le assunzioni: nel nuovo piano fabbisogni 580 posti

Concorsi Regione Sardegna, ripartono le assunzioni: nel nuovo piano fabbisogni 580 posti

Alice Lottici
concorsi-regione-sardegna-2020-2022

Dopo anni di blocco del turnover riprendono le assunzioni e i concorsi Regione Sardegna: del 7 novembre l’avviso sul sito istituzionale del’Ente che annuncia la piena operatività del nuovo piano dei fabbisogni di personale 2020-2022.

Leggi l’avviso

Le assunzioni saranno 580 e, di queste, 479 nuove rivolte a profili tecnici e amministrativi. Vediamo le professionalità richieste e le modalità di inserimento.

Concorsi Sardegna: bandi pubblicati

Concorsi Regione Sardegna: cosa prevede il nuovo piano assunzionale

Nuove opportunità nella Regione Sardegna per un totale di 580 posti. La giunta regionale ha approvato il nuovo piano assunzionale 2020-2022, realizzabile grazie a una disponibilità finanziaria di 27mila euro.

Un percorso già avviato, iniziato con tagli alla burocrazia e il consolidamento della macchina amministrativa in funzione dello sviluppo dell’economia locale. Il Presidente della Regione, Christian Solinas, ha commentato: “Abbiamo già intrapreso un processo di snellimento e semplificazione normativa e ora compiamo un altro passo decisivo grazie a nuove assunzioni, indispensabili per un buon funzionamento degli uffici, sbloccando i concorsi pubblici in Regione dopo dieci anni”.

Dopo 10 anni la Regione Sardegna ha deciso di incrementare il proprio organico con diverse modalità: concorsi, scorrimento di graduatorie di altre amministrazioni ancora in vigore, procedure di mobilità e selezioni interne.

Concorsi Regione Sardegna: profili da assumere

Il piano dei fabbisogni, recentemente approvato dalla giunta, prevede l’inserimento di 479 unità di personale amministrativo e tecnico. Di queste:

  • 136 tra i dipendenti del soppresso Esaf (Ente sardo acquedotti e fognature), che potranno tornare in Regione dopo il trasferimento ad Abbanoa per effetto della legge 10 del 2005 (il reinserimento avverrà su base volontaria);
  • 50 unità mediante scorrimento delle graduatorie di concorsi di altre amministrazioni (ad esempio gli idonei del concorso Aspal);
  • 48 unità secondo le procedure previste dall’articolo 52 L. 31 del 1998;
  • 19 unità per incremento della mobilità del 20%;
  • 23 unità con selezioni interne in base all’articolo 1 della L. 18 del 2017;
  • 80 unità con selezioni interne tra le categorie B, C e D;
  • 123 unità di categoria D con concorsi;
  • 66 unità di categoria C con procedure concorsuali e scorrimenti di graduatorie;
  • 57 con varie procedure di mobilità;
  • 29 unità di livello dirigenziale con concorsi (18 per l’amministrazione e 5 per il Corpo forestale), delle quali 6 con mobilità da riprogrammare e scorrimento delle graduatorie;
  • 36 unità di categoria A con concorsi e mobilità per il Corpo Forestale;
  • 36 unità di categoria C e B con selezioni interne, concorsi e mobilità.

Dopo tanti anni, finalmente si potrà rafforzare la macchina regionale acquisendo numerose figure professionali che sicuramente porteranno energie nuove e ulteriori competenze a tutta l’amministrazione” ha concluso il Presidente Solinas.

Concorsi Regione Sardegna: requisiti di accesso

Per accedere ai Concorsi Regione Sardegna 2020-2022 ci saranno sia requisiti comuni che differenziati per profilo. Parliamo di requisiti generali, richiesti per tutti i concorsi pubblici e requisiti specifici, ovvero necessari per una particolare professionalità.

Attendiamo la pubblicazione dei bandi per fornire ulteriori dettagli.

 

Scopri risorse utili per lo studio sullo shop Maggioli Editore!



© RIPRODUZIONE RISERVATA


CONDIVIDI

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome