Home Concorsi pubblici Concorso Segretari Comunali e Provinciali 2020-2022: ecco le nuove modalità di svolgimento

Concorso Segretari Comunali e Provinciali 2020-2022: ecco le nuove modalità di svolgimento

Alice Lottici
concorso-segretari-comunali-e-proviciali-2020-2022

Il Decreto Agosto (D.L. 14 agosto 2020 n.104) convertito in legge il 12 ottobre, all’articolo 25-bis stabilisce modalità semplificate di accesso e di svolgimento del Concorso Segretari Comunali e Provinciali per il triennio 2020-2022.

L’Albo Nazionale, viste le esigenze di organico, bandirà nuovi concorsi per consentire la piena operatività degli Enti locali.

Vediamo assieme come funzioneranno le procedure.

Ultime novità sui concorsi pubblici

Concorso Segretari Comunali e Provinciali 2020-2022: nuova domanda e comunicazioni

L’art. 25-bis del Decreto Agosto, così come modificato in via definitiva in sede di conversione in legge, riporta nuove indicazioni per la “Semplificazione della procedura di accesso alla carriera di segretario comunale e provinciale per il triennio 2020-2022“.

L’articolo, innanzitutto, interviene sulle modalità di presentazione della domanda di partecipazione, con riferimento ai commi 4 e 5 dell’art. 247 D.Lgs. 19 maggio 2020 n.34, convertito con modificazioni dalla L. 17 luglio 2020 n.77.

In parole semplici:

  • la domanda deve essere inviata telematicamente ed entro 15 giorni dalla pubblicazione del bando in Gazzetta Ufficiale;
  • il candidato deve essere in possesso di un indirizzo di posta elettronica certificata (PEC) intestata e registrarsi alla piattaforma attraverso il Sistema pubblico di identità digitale (SPID);
  • tutte le comunicazioni sul concorso (ammissione, calendario prove, etc) vengono veicolate sulla piattaforma;
  • le informazioni sulle prove vengno rese disponibili almeno 10 giorni prima dell’effettivo svolgimento.

Concorso Segretari Comunali e Provinciali 2020-2022: prove

La Commissione esaminatrice del Concorso Segretari Comunali e Provinciali può articolarsi anche in sottocommissioni.

Le prove invece verranno effettuate con diverse modalità e dovranno considerare determinate materie, come indicato dalla vigente normativa in materia che abbiamo indicato di seguito.

La preselettiva verrà svolta presso sedi decentrate e organizzata e/o valutata con l’ausilio di strumenti informatici.

Le due prove scritte verranno svolte sempre con modalità telematiche ed eventualmente nella stessa data. Consistono in quesiti a risposta aperta differenziati:

  • prima prova, argomenti di carattere giuridico come diritto costituzionale, diritto amministrativo, ordinamento degli enti locali e/o diritto privato;
  • seconda prova, argomenti di carattere economico e finanziario-contabile, con riferimento a economia politica, scienza delle finanze e diritto finanziario, ordinamento finanziario e contabile degli enti locali e management pubblico.

La prova orale, che può essere effettuata in videoconferenza, deve includere almeno le materie di cui all’art. 13, comma 5, del DPR 4 dicembre 1997 n.465: diritto costituzionale e/o diritto amministrativo, legislazione amministrativa, statale e/o regionale, ordinamento finanziario e contabile degli enti locali e/o diritto tributario e/o scienza delle finanze e diritto finanziario, ragioneria applicata agli enti locali, politica di bilancio e gestione delle risorse, tecnica normativa e tecniche di direzione. Da accertare anche la conoscenza delle lingue straniere.

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA


CONDIVIDI

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome