Home Pensioni Cedolino Pensione Inps: guida al nuovo servizio di consultazione

Cedolino Pensione Inps: guida al nuovo servizio di consultazione

Paolo Ballanti
cedolino-pensione-inps-guida-al-nuovo-servizio

Agevolare la lettura del cedolino pensione Inps per pensionati e operatori del settore. Questo l’intento del nuovo servizio di consultazione online della busta paga mensile, reso noto dall’Istituto con il messaggio n. 645 del 20 febbraio scorso.

La novità risponde all’esigenza di facilitare la comprensione delle voci della busta paga, a vantaggio dei pensionati che accedono in autonomia al sito dell’Istituto, oltre che agli stessi operatori Inps nell’ambito della loro attività di consulenza ai cittadini.

Vediamo la novità nel dettaglio.

Come leggere il cedolino pensione Febbraio

Cedolino Pensione Inps: cosa prevede il nuovo servizio

Avviato in forma sperimentale dal mese di febbraio 2020, il nuovo servizio illustra le principali informazioni del cedolino, con un livello diverso di dettaglio a seconda del destinatario.

Per i pensionati

I pensionati si ritroveranno, sul portale dell’Istituto, una news posta in evidenza che descriverà le voci principali del cedolino di ciascun mese.

Saranno inoltre indicate le variazioni più significative del cedolino, tali da aver determinato un importo diverso rispetto a quello dei mesi precedenti.

In questo modo, nelle intenzioni dell’INPS, si agevoleranno i pensionati nella comprensione del cedolino mensile e dei motivi che hanno portato a una modifica dell’importo netto.

Da ultimo preme ricordare che il servizio si rivolge indistintamente a tutte le tipologie di pensionati.

Per gli operatori Inps

Gli operatori dell’Istituto potranno accedere al nuovo servizio di consultazione collegandosi alla pagina intranet della Direzione centrale pensioni, attraverso il seguente percorso: “Funzioni centrali” – “Direzioni centrali” – “Pensioni”. A questo punti basterà cliccare sulla notizia “Consulenza pensionistica: chiarimenti sulle principali voci del cedolino di pensione”, relativa al cedolino di competenza del mese in questione.

Il documento di dettaglio della busta paga si potrà visualizzare e scaricare attraverso il link “Per saperne di più”.

Rimango comunque attive le consuete modalità di consultazione del cedolino completo, sempre sul sito INPS avvalendosi delle credenziali PIN, SPID, CIE o CNS. Disponibile anche l’accesso con smartphone o tablet utilizzando l’app “INPS mobile”.

Cedolino Pensione Inps: cedolino di marzo

Il nuovo sistema informativo permetterà di avere informazioni dettagliate già dall’accredito pensionistico di questo mese, pagato il giorno 2 per coloro che ricevono le somme sul conto corrente.

Il cedolino di marzo, ospiterà, come già avvenuto nei due mesi precedenti, le trattenute per addizionali regionali e comunali, mentre partirà la rata dell’acconto addizionale comunale, pagato in nove rate da marzo a novembre 2020.

L’importo dell’acconto è calcolato applicando le aliquote comunali sul reddito 2019 del pensionato determinato in sede di conguaglio fiscale di fine anno, operato nella busta paga di dicembre scorso. Del risultato ottenuto si assume, trattandosi di acconto, il 30%, divisibile poi in nove rate.

Ricordiamo infine che:

  • Le addizionali regionali si trattengono in undici rate da gennaio a novembre 2020, calcolate in base al reddito 2019;
  • L’addizionale comunale saldo 2019 è prelevata in undici rate da gennaio a novembre 2020, calcolata sul reddito 2019 e assunta per differenza rispetto all’acconto dello stesso anno.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


CONDIVIDI

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome