Home Concorsi pubblici Decreto Milleproroghe, testo approvato: le novità per i Concorsi

Decreto Milleproroghe, testo approvato: le novità per i Concorsi

Alice Lottici
decreto-milleproroghe-novità-per-concorsi

Approvato in via definitiva al Senato il Decreto Milleproroghe con 154 voti favorevoli, 96 contrari e nessun astenuto.

L’entrata in vigore di questo maxi emendamento comporta la proroga dei termini legislativi in scadenza al 31 dicembre 2019 e l’introduzione di alcune misure finanziarie e organizzative per la Pubblica Amministrazione.

Vediamo in sintesi tutte le misure previste per lavoro e concorsi.

>> I Concorsi Pubblici 2020 attivi <<

Decreto Milleproroghe: stabilizzazione precari della Pubblica Amministrazione

Tra le priorità dell’agenda pubblica troviamo la stabilizzazione dei precari.

Tutti i dipendenti che lavorano nella Pubblica Amministrazione possono essere assunti a tempo indeterminato dopo aver maturato 3 anni di servizio, anche non continuativi, negli ultimi 8.

Con il Milleproroghe questo requisito può essere maturato fino al Dicembre 2020.

Sempre in materia di lavoro l’approvazione ha dato il via al percorso di assunzione per i lavoratori socialmente utili delle Regioni del Sud Italia.

Decreto Milleproroghe: Concorsi Ministero della Giustizia

Due importanti provvedimenti interessano le selezioni del Ministero della Giustizia per Assistenti e Funzionari Giudiziari.

La graduatoria del Concorso 800 Assistenti Giudiziari è stata sbloccata e può essere utilizzata fino al 30 Giugno 2021.

Per la selezione di Funzionari Giudiziari invece il Milleproroghe interviene modificando l’art. 8, comma 1, del decreto-legge 14 Giugno 2019 n.53 in questo modo: “Al fine di dare attuazione ad un programma di interventi, temporaneo ed eccezionale, finalizzato ad eliminare, anche mediante l’uso di strumenti telematici, l’arretrato relativo ai procedimenti di esecuzione delle sentenze penali di condanna, nonché di assicurare la piena efficacia dell’attività di prevenzione e repressione dei reati, il Ministero della giustizia è autorizzato ad assumere, per il biennio 2019-2020, con contratto di lavoro a tempo determinato di durata non superiore a dodici mesi e comunque con scadenza finale al 31 dicembre 2020, anche in sovrannumero rispetto all’attuale dotazione organica e alle assunzioni già programmate, in aggiunta alle facoltà assunzionali ordinarie e straordinarie previste a legislazione vigente, un contingente massimo di 1095 unità di personale amministrativo non dirigenziale, di cui 340 unità di Area I/F1 e 755 unità di Area II/F1”.

Le modalità di assunzione non sono ancora state annunciate, tuttavia potrebbero essere attivati scorrimenti di graduatorie già esistenti o concorsi.

Decreto Milleproroghe: Concorsi Ministero della Salute

In aggiunta alle facoltà assunzionali previste il Ministero della Salute è autorizzato ad assumere a tempo indeterminato con procedure concorsuali per esami:

  • 13 dirigenti di livello non generale (di cui 5 medici, 1 chimico, 2 economisti sanitari, 2 statistici, 1 ingegnere biomedico, 1 ingegnere industriale e 1 ingegnere ambientale);
  • 50 unità di personale non dirigenziale con professionalità tecniche, appartenenti all’area III e posizione economica F1, del comparto funzioni centrali.

Per ovviare alla mancanza di medici specialisti, i dirigenti del Servizio Sanitario Nazionale possono presentare domanda per continuare a lavorare oltre il 40° anno di servizio e non oltre il 70° anno d’età.

Decreto Milleproroghe: Concorsi Scuola

Oltre ai provvedimenti a sostegno dell’edilizia scolastica, il Decreto Milleproroghe interviene sulle assunzioni di docenti e dirigenti. In particolare:

  • il Concorso Straordinario Secondaria, il Concorso Ordinario Secondaria e il percorso per l’ottenimento dell’abilitazione per la scuola secondaria (art. 1 comma 1 del decreto-legge 126/19) devono essere banditi entro il 30 Aprile 2020;
  • la prova scritta del Concorso Straordinario Secondaria e della procedura straordinaria per l’abilitazione riguarda il programma previsto per il Concorso Ordinario Secondaria e non del concorso a cattedra 2016;
  • modifica all’art. 3, comma 6, del D.Lgs. 59/17 che stabilisce la costituzione di una Commissione Nazionale di esperti per la definizione delle prove scritte e delle relative griglie di valutazione;
  • sblocco della graduatoria del Concorso Dirigenti Scolastici, con assunzioni degli idonei “nel limite dei posti annualmente vacanti e disponibili”;
  • autorizzata la trasformazione a tempo pieno del rapporto di lavoro dei 533 Assistenti Amministrativi e Tecnici a decorrere dall’anno scolastico 2020/2021.

Decreto Milleproroghe: Concorsi Ministero Beni Culturali

Sbloccato lo scorrimento di graduatorie dei concorsi interni, ovvero per il personale già operante al Ministero Beni Culturali.

Il Decreto cita: “Al fine di rafforzare l’azione di tutela e di valorizzazione del patrimonio culturale, nel rispetto dei limiti delle dotazioni organiche nonché delle facoltà e dei vincoli assunzionali previsti dalla normativa vigente, il Ministero per i beni e le attività culturali e per il turismo può coprire, per l’anno 2020, le carenze di personale nei profili professionali delle aree II e III dovute a intervenute rinunce da parte di personale inquadrato ai sensi dell’articolo 1, comma 342, della legge 30 dicembre 2018, n. 145, verificatesi prima del completamento del periodo di prova previsto dal vigente contratto collettivo nazionale di lavoro del comparto di riferimento, ovvero a cessazioni, a vario titolo, del rapporto di lavoro instaurato tra i dipendenti già inquadrati ai sensi del citato articolo 1, comma 342, della legge n. 145 del 2018 e il Ministero per i beni e le attività culturali e per il turismo, mediante lo scorrimento delle graduatorie uniche nazionali relative alle procedure selettive interne per il passaggio, rispettivamente, all’Area II e all’Area III, assumendo i candidati collocati in posizione utile nelle medesime graduatorie”.

Decreto Milleproroghe: Concorsi Ministero degli Interni

L’entrata in vigore del Milleproroghe consente al Ministero degli interni di attivare una sessione aggiuntiva del Corso di Formazione per Segretari Comunali: oltre alla selezione per 223 borsisti sono ammessi ulteriori 172 Segretari Comunali nella fascia iniziale dell’Albo Nazionale dei segretari comunali e provinciali.

I nuovi iscritti devono avere conseguito il punteggio minimo per l’idoneità alle sessioni ordinarie.

 

Per ricevere le news sui Concorsi Pubblici 2020 iscriviti alla newsletter LeggiOggi Concorsi!

Fonte: Senato.it – Giuseppe Cotruvo



© RIPRODUZIONE RISERVATA


CONDIVIDI

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome