Home Concorsi pubblici Concorso Mibact, 500 operatori accoglienza: come presentare la domanda

Concorso Mibact, 500 operatori accoglienza: come presentare la domanda

Alice Lottici
concorso-mibact-500-operatori-accoglienza-come-fare-domanda

Nuovo Concorso Mibact in Gazzetta Ufficiale. Il bando, diffuso nella pubblicazione n.15 del 21 Febbraio 2020, autorizza l’avviamento della selezione per 500 unità di personale non dirigenziale nella qualifica di Operatore alla Custodia, Vigilanza e Accoglienza.

La procedura concorsuale prevede l’inserimento dei vincitori a tempo pieno e indeterminato nella seconda area funzionale e nella fascia retributiva F1.

Tutti gli interessati in possesso di una licenza media possono partecipare presentando un’istanza al Centro per l’Impiego territorialmente competente. Vediamo modalità di candidatura, posti a diposizione e selezione.

Concorsi Pubblici: bandi in arrivo nel 2020

Concorso Mibact: posti

In totale i posti da coprire sono 500, così ripartiti:

  • 21 in Abruzzo;
  • 11 in Basilicata;
  • 24 in Calabria;
  • 71 in Campania;
  • 39 in Emilia Romagna;
  • 10 in Friuli Venezia Giulia;
  • 97 in Lazio;
  • 18 in Liguria;
  • 41 in Lombardia;
  • 7 nelle Marche;
  • 10 nel Molise;
  • 20 nel Piemonte;
  • 24 nella Puglia;
  • 14 in Sardegna;
  • 49 in Toscana;
  • 3 in Trentino – Alto Adige;
  • 12 in Umbria;
  • 29 in Veneto.

Vai alla ripartizione per Provincia

Concorso Mibact: requisiti

Gli iscritti alle liste dei Centri per l’Impiego devono essere in possesso dei seguenti requisiti:

  • cittadinanza italiana, di altro stato membro dell’Unione europea o di Paesi Terzi, inclusi familiari, in regola con i titoli di soggiorno;
  • maggiore età;
  • licenza media, nonchè diploma di istruzione secondaria di I° grado;
  • idoneità fisica all’impiego;
  • godimento dei diritti civili e politici;
  • non essere stati esclusi dall’elettorato politico attivo;
  • non essere stati licenziati, destituiti, dichiarati decaduti o dispensati dall’impiego presso una Pubblica Amministrazione per le motivazioni indicate nel bando;
  • non aver riportato condanne penali, passate in giudicato, per reati che comportano l’interdizione dai pubblici uffici;
  • per gli individui di sesso maschile nati entro il 31 dicembre 1985, essere in regola con gli obblighi di leva.

Per i candidati di altra nazionalità è richiesta un’adeguata conoscenza della lingua italiana.

Come si evince nel bando, la selezione si svolgerà tramite i Centri per l’Impiego. Nel prossimo paragrafo indichiamo tempi e modalità per l’invio della domanda.

Consulta il bando

Concorso Mibact: domanda di partecipazione

La selezione verrà avviata esclusivamente dai Centri per l’Impiego di riferimento nel territorio, che siano essi di competenza provinciale o regionale.

Entro il 22 Marzo i Segretariati regionali del Ministero dei Beni Culturali dovranno inviare ai suddetti uffici una richiesta di avviamento a selezione, per un totale di posti pari al doppio di quelli da coprire.

L’avviso di selezione che consentirà la trasmissione delle candidature dagli interessati, verrà pubblicato dai singoli Centri per l’Impiego una volta ricevuta la richiesta formale.

Quindi la domanda di partecipazione non dovrà essere trasmessa al Ministero, bensì all’ufficio competente nel territorio entro 30 giorni dalla pubblicazione dell’avviso di apertura della selezione.

Le candidature potranno essere presentate compilando un apposito modulo che verrà reso disponibile anche online.

Concorsi e Coronavirus, cosa dice il Decreto Cura Italia: ultime novità

Concorso Mibact: la selezione

Entro 10 giorni dalla pubblicazione delle graduatorie degli idonei, i Segretariati regionali convocheranno i candidati secondo l’ordine di graduatoria.

L’unica prova del concorso consiste in un colloquio per accertare conoscenze di base e capacità per affrontare problematiche di media complessità in autonomia nell’ambito di modelli esterni predefiniti con una pluralità di soluzioni.

Durante l’esame verrà verificata anche la conoscenza di base della lingua inglese.

 

Iscriviti alla newsletter LeggiOggi Concorsi per rimanere aggiornato sui Concorsi Ministero Beni Culturali! Oppure sfoglia il catalogo Maggioli Editore per trovare soluzioni utili alla preparazione

© RIPRODUZIONE RISERVATA


20 COMMENTI

  1. buongiorno,
    vorrei sapere come presentare la domanda,sto provando a chiamare ai vari centri per l’impiego di Napoli, ma non risponde nessuno.
    grazie

    • Buongiorno Pasqualina,
      per inviare la domanda deve essere coinvolto il Centro per l’Impiego territorialmente competente. Se non rispondono provi a mandare una mail.
      Un saluto

  2. Buongiorno, è possibile presentare domanda in più centri per l’impiego o si è vincolati ad una sola sede? Grazie.

  3. Buongiorno,
    Vorrei cortesemente sapere dove devo presentare la domanda perchè sono stata al centro dell’impiego ma ancora non hanno ricevuto disposizioni in merito.
    Grazie a tutti per le risposte.

    • Buongiorno Alessandra,
      come indicato nell’articolo deve rispettare il seguente iter:
      “Entro il 22 Marzo i Segretariati regionali del Ministero dei Beni Culturali dovranno inviare ai suddetti uffici una richiesta di avviamento a selezione, per un totale di posti pari al doppio di quelli da coprire.

      L’avviso di selezione che consentirà la trasmissione delle candidature dagli interessati, verrà pubblicato dai singoli Centri per l’Impiego una volta ricevuta la richiesta formale.”

    • Buongiorno Nicola,
      l’art 3 del bando cita “L’avviamento alla selezione avviene a cura esclusiva dei Centri per l’impiego territorialmente competenti, nella sede presso la quale il lavoratore dovrà prestare servizio, secondo l’ordine della graduatoria ivi esistente. Pertanto i soggetti interessati non dovranno inoltrare alcuna domanda di partecipazione al Ministero per i beni e le attività culturali e per il turismo”.

  4. Buon pomeriggio ,volevo sapere come posso reperire il modulo di partecipazione e se posso presentarlo essendo residente in un’altra regione.

    • Buongiorno Anna,
      per queste richieste deve far riferimento al Centro per l’Impiego del territorio scelto (con posti disponibili come da tabella allegata al bando).

  5. Per chi si trova iscritto in un centro per l’impiego appartenente ad una regione non inserita nell’elenco, come ad esempio la Sicilia, è possibile comunque partecipare al bando? Bisognerà eventualmente inoltrare la richiesta al centro per l’impiego del proprio territorio d’appartenenza o ad altre regioni? Mi è stato detto che non hanno ricevuto nulla dal Ministero e ciò probabilmente a causa dell’esclusione della regione nella lista dei posti da assegnare nel territorio nazionale.

    • Buongiorno Alessio,
      come può vedere dalla tabella allegata al bando, in Sicilia non ci sono posti da coprire. Per concorrere in un’altra Regione dovrebbe contattare il Centro per l’Impiego di riferimento del territorio scelto.

  6. per il mese di febbraio mio figlio ha lavorato con contratto intermittente. Ora per marzo non ha ancora firmato quello di proroga. Se lo firma, questo inficia sulla sua partecipazione a detto concorso tramite il centro impiego?

    • Buongiorno Liala,
      per queste informazioni dovrebbe chiedere al Centro Impiego di riferimento, noi siamo una testata giornalistica.
      Un saluti

    • Buongiorno Monica,
      le candidature dovranno essere trasmesse ai Centri per l’Impiego solamente una volta aperte le selezioni. Quindi anche il modulo sarà disponibile di conseguenza.

    • Buongiorno Francesco,
      Il modulo della domanda sarà disponibile sui siti di riferimento quando le selezioni presso i Centri per l’Impiego saranno aperte.

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome