Home Concorsi pubblici Concorso Istruttori Amministrativi Taranto, 73 posti per diplomati e laureati

Concorso Istruttori Amministrativi Taranto, 73 posti per diplomati e laureati

Alice Lottici
concorso-istruttori-amministrativi-taranto-73-posti

Nella Gazzetta Ufficiale speciale “Concorsi ed esami” del 12 Novembre 2019 è stato pubblicato un nuovo bando di Concorso Istruttori Amministrativi Taranto e riaperti i termini di 3 procedure già bandite, per le quali è stato aumentato il numero di posti autorizzati.

I 73 posti a tempo pieno e indeterminato sono così ripartiti per settore d’impiego:

  • 26 Istruttori direttivi economico finanziari amministrativi, categoria D1 (bando);
  • 25 Istruttori tecnico amministrativi, categoria C (bando);
  • 12 Istruttori direttivi informatici amministrativi, categoria D1 (bando);
  • 10 Istruttori informatici amministrativi, categoria C (bando).

Diplomati e laureati potranno accedere alle selezioni inviando la domanda di partecipazione entro il 12 Dicembre 2019. Vediamo assieme tutte le informazioni in merito.

Il piano assunzionale del Comune Taranto

Concorso Istruttori Amministrativi Taranto: requisiti

Ai Concorsi Comune Taranto possono partecipare tutti gli individui in possesso dei requisiti generali richiesti per l’accesso alle selezioni pubbliche.

Per concorrere per la posizione di Istruttore Direttivo, in categoria D, è necessaria una laurea triennale negli indirizzi indicati in ogni bando. Mentre per i posti di Istruttore, categoria C, è sufficiente un diploma di scuola superiore.

Bandi Comune Taranto

Concorso Istruttori Amministrativi Taranto: invio domanda

La domanda di partecipazione deve essere compilata online mediante l’apposito form sul sito www.csselezioni.it/comune-taranto e, completa degli allegati richiesti, inviata entro il 12 Dicembre 2019.

Candidati qui

La domanda si considera perfezionata con il pagamento della tassa di concorso del valore di 10 euro per ciascuna selezione, pena l’esclusione.

Concorso Istruttori Amministrativi Taranto: prove

Le prove concorsuali sono differenti a seconda del profilo scelto in relazione alle materie. Gli step selettivi per i profili in categoria C (diplomati) sono questi:

  • preselezione, con almeno 30 quesiti a risposta multipla estratti dalla banca dati;
  • prova scritta, a contenuto teorico o teorico-pratico e consistente nella redazione di un elaborato, risoluzione di casi, risposta a domande con commento, redazione di provvedimenti amministrativi, etc;
  • prova orale, un colloquio sulle materie della prova scritta e ulteriori specifiche, nonchè verifica della conoscenza della lingua inglese.

Invece per i profili in categoria D (laureati) sono previste:

  • preselezione, con almeno 30 questiti a risposta multipla estratti dalla banca dati;
  • 1^ prova scritta, a contenuto teorico, consistente nella redazione di un elaborato, nella risposta a domande con commento e nella risoluzione di uno o più casi;
  • 2^ prova scritta, a carattere teorico-pratico, consistente nella redazione di una deliberazione, di una determinazione o di provvedimenti amministrativi di competenza comunale;
  • prova orale, un colloquio orale sugli argomenti della prova scritta e ulteriori, con verifica della lingua inglese.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


1 COMMENTO

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome