Home Fisco Processo tributario telematico, servizi online non disponibili: cosa fare

Processo tributario telematico, servizi online non disponibili: cosa fare

Sergio Mogorovich
processo tributario telematico

Processo tributario telematico: come fare in caso di indisponibilità sei servizi.

La circolare n. 1/DF del 4 luglio 2019, emanata dal Dipartimento delle finanze, sulle disposizioni in materia di giustizia tributaria digitale, e sulle modalità operative delle notifiche e dei depositi telematici obbligatori degli atti processuali, relativamente al processo tributario telematico, ha affrontato le situazioni di criticità delle notifiche telematiche nei casi di:

  • mancata indicazione dell’indirizzo PEC nell’atto introduttivo, qualora lo stesso non sia reperibile nei pubblici elenchi;
  • la mancata consegna del messaggio di posta elettronica certificata per cause imputabili al destinatario (ad es., se la casella è incapiente o inattiva);
  • notifica a soggetto non obbligato ad essere titolare di un indirizzo PEC, che comunque non è stato indicato nel primo atto difensivo.

Scarica qui la circolare

Mancava la soluzione all’eventuale indisponibilità dei servizi telematici del processo tributario telematico: a decorrere dal 1° luglio 2019 l’unica modalità per il deposito dei ricorsi, appelli e atti è la procedura che ha come ruolo centrale il SIGIT, e quindi i servizi telematici.

La disponibilità dei servizi on-line è di 7 giorni su 7 e per 24 ore al giorno, ma può verificarsi qualche situazione che renda non disponibile la procedura.

In questa eventualità, sulla Home Page del portale della giustizia tributaria (www.giustiziatributaria.gov.it), nell’area definita “strillo”, viene pubblicato l’avviso con il quale, durante l’interruzione del servizio, è data notizia del temporaneo disservizio.

Successivamente, dopo che l’inconveniente è cessato, la notizia del ripristino, nella sezione “ULTIME NOTIZIE”, con categoria “Avvisi”, è pubblicata la comunicazione riepilogativa dei tempi di effettiva interruzione.

Inoltre, nell’area “Processo Tributario telematico” (PTT)-SIGIT” è presente la sezione “Indisponibilità dei servizi del PTT” nella quale è possibile consultare le “Attestazioni” di indisponibilità dei servizi telematici, che viene rilasciata a cessata interruzione dal Direttore della Direzione sistema informativo della fiscalità.

L’attestazione può essere utilizzata dalla parte processuale interessata per presentare al giudice l’eventuale istanza per la rimessione in termini.

 

Sull’argomento consigliamo il volume: 

Processo tributario telematico

Processo tributario telematico

Sergio Mogorovich, 2019, Maggioli Editore

A decorrere dal 1° luglio 2019 il Processo Tributario Telematico diventa un obbligo per i giudizi instaurati in primo e secondo grado con ricorso notificato a decorrere da tale data.Pur costituendo il PTT una indubbia facilitazione per l’attività dei soggetti coinvolti, le sue regole di...



© RIPRODUZIONE RISERVATA


SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome