Home Concorsi pubblici Maturità 2019: come affrontare le prove d’esame

Maturità 2019: come affrontare le prove d’esame

Alice Lottici
maturità-2019

L’Esame di Maturità 2019 per gli studenti della Scuola Secondaria è ormai alle porte: il 19 e il 20 Giugno si terranno la prima e la seconda prova scritta mentre la data dell’orale verrà stabilita dai singoli Istituti.

Con l’introduzione della riforma Buona Scuola la struttura dell’Esame di Stato è profondamente variata: è stata eliminata infatti la terza prova e la tesina. Al contempo è stato dato più rilievo al percorso svolto dai ragazzi nel triennio e un punteggio maggiore per i crediti scolastici.

Vediamo assieme come affrontare la prima e la seconda prova.

Come è cambiato l’esame di maturità

Maturità 2019: prove d’esame, simulazioni e commissioni

Il decreto legislativo 62 del 2017, diventato operativo da quest’anno, contiene le disposizioni del Miur sulla struttura dell’Esame di Maturità 2019.

Da novembre è iniziato il percorso di accompagnamento al fine di agevolare studenti, docenti e dirigenti nella comprensione del nuovo sistema con incontri formativi e simulazioni.

Inoltre, il Miur ha pubblicato tra febbraio e aprile esempi di tracce sulla prima e la seconda prova scritta.

Prima e seconda prova scritta – Esempi di tracce del Miur

Il contenuto delle prove:

  • Prima prova scritta, finalizzata ad accertare la padronanza della lingua italiana (o della lingua con cui si svolge l’insegnamento) e le capacità espressive, logico-linguistiche e critiche dell’alunno.
    La prova consiste nella redazione di un elaborato in ambito artistico, letterario, filosofico, scientifico, storico, sociale, economico e tecnologico.
  • Seconda prova scritta, mira a verificare le conoscenze e le abilità richieste dal corso di studi scelto. Sarà svolta in forma scritta, grafica, scritto-grafica, pratica, compositiva/esecutiva, musicale o coreutica.
  • Prova orale, per accertare il conseguimento del profilo educativo, culturale e professionale degli studenti con un colloquio che partirà da una domanda estratta a sorte dal candidato e toccherà anche l’esperienza di Alternanza Scuola-Lavoro e la disciplina Cittadinanza e Costituzione.

La nuova riforma prevede griglie di valutazione nazionale per la correzione delle prove scritte.

Oltre a fornire informazioni sulle prove, il Miur ha messo a disposizione un motore di ricerca per trovare le Commissioni d’Esame nei vari Istituti:

Scopri la Commissione d’Esame

Maturità 2019: consigli sullo svolgimento delle prove

Per affrontare l’Esame di Stato con serenità chiariamo le informazioni in merito allo svolgimento delle prove di Maturità 2019.

La prima prova scritta, di italiano, sarà comune a tutti gli indirizzi. Gli studenti potranno scegliere 1 traccia tra le 7 proposte nei diversi ambiti disciplinari secondo 3 differenti tipologie testuali.

Sicuramente sarà valutata positivamente la correttezza grammaticale, l’argomentazione anche interdisciplinare sulla tematica scelta e la capacità critica dello studente.

La seconda prova scritta sarà differenziata a seconda del corso scelto. Ad esempio al Liceo Linguistico saranno esaminate la prima e la terza lingua del piano studi sulla base dei Quadri di riferimento europeo mentre al Liceo Scientifico verranno proposti problemi sulle materie scientifico-matematiche.

Consigliamo di far riferimento agli obiettivi e ai programmi della tipologia di studi scelta per avere una preparazione completa su tutti gli argomenti.

La prova orale invece consisterà in un colloquio sulle discipline ed entreranno in gioco da quest’anno anche le esperienze e le competenze acquisite in ambito lavorativo oltre che le pratiche di Cittadinanza e Costituzione.

Per la maturità 2019 quindi sarà importante partire dalle basi della propria esperienza e competenza oltre ad avere un’ottima conoscenza delle discipline oggetto d’esame.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome