Home Fisco Regime forfetario 2019: cosa succede se supero la soglia dei 65 mila...

Regime forfetario 2019: cosa succede se supero la soglia dei 65 mila euro?

regime forfetario superamento soglia

Mettiamo il caso che un contribuente che esercita attività d’impresa decida di accedere al nuovo Regime forfetario 2019, approfittando dell’estensione dell’aliquota al 15 per cento a chi dimostra di percepire compensi e ricavi fino a 65 mila euro. Mettiamo poi che questo libero professionista in realtà superi questa soglia, anche di poco, ma la superi. Cosa succede ai fini fiscali e ai fini del nuovo regime?

La risposta è stata fornita dalla stessa Agenzia delle entrate, nel corso di Telefisco, l’appuntamento annuale con la stampa specializzata. Un incontro atteso più che mai viste le tante novità fiscali del 2019, prime fra tutte fattura elettronica e nuovo forfetario.

Sono tanti infatti gli aspetti del nuovo regime agevolato ancora poco chiari e alquanto nebulosi, per chi decide di aprire attività d’impresa. Per questo si attendono graduali ma indispensabili chiarimenti in merito.

Vediamo in dettaglio chi può accedere, i limiti e quindi cosa succede per chi supera la soglia dei 65 mila, una volta effettuato l’accesso al nuovo Regime forfetario.

Consulta lo speciale Legge di bilancio 2019

Regime forfetario 2019: chi può accedere?

Conosciuto anche come Flat tax 15 per cento per le Partite Iva, il Regime forfetario 2019 è una modalità agevolata di accesso all’attività di libero professionista o comunque titolare di Partita Iva fino a 65 mila euro di compensi e ricavi.

Il primo requisito per accedere al nuovo regime forfetario quindi è proprio questo: nuovi limiti di ricavi o compensi si unificano in un unico grande limite, pari a 65.000 euro calcolato sull’anno d’imposta precedente.

In caso di esercizio contemporaneo di più attività riconducibili a diversi codici Ateco, il calcolo del limite di 65.000 euro dovrà essere effettuato in base alla somma dei ricavi e dei compensi relativi alle diverse attività esercitate.

Consulta lo speciale Flat tax

Regime forfetario: chi non può accedere?

Quali sono invece i soggetti esclusi dalla possibilità di accedere alla Flat tax al 15 per cento per le partite Iva? Tra i soggetti esclusi rientrano:

  • gli esercenti attività d’impresa, arti o professioni che partecipino contemporaneamente all’esercizio dell’attività, a società di persone, ad associazioni o a imprese familiari;
  • gli esercenti attività d’impresa che controllino direttamente o indirettamente società a responsabilità limitata (srl) o associazioni in partecipazione, le quali esercitano attività economiche direttamente o indirettamente riconducibili a quelle svolte dagli esercenti attività d’impresa, arti o professioni.
  • le persone fisiche la cui attività sia esercitata prevalentemente nei confronti di datori di lavoro con i quali sono in corso rapporti di lavoro o erano intercorsi rapporti di lavoro nei due precedenti periodi d’imposta, ovvero nei confronti di soggetti direttamente o indirettamente riconducibili ai suddetti datori di lavoro.
  • i soggetti non residenti, ad eccezione di quelli che risiedono negli Stati UE, o in uno dei Paesi che hanno siglato l’Accordo sullo Spazio economico europeo, e producono il 75% del proprio reddito nel nostro Paese;

Regime forfetario 2019: cosa succede se supero la soglia dei 65 mila euro di ricavi?

A questo punto può sorgere spontanea una domanda: visto che l’unico limite richiesto per servirsi del regime forfetario 2019 è quello di non superare la soglia dei 65 mila euro di ricavi e compensi, cosa succede se invece si supera questa soglia?

L’Agenzia delle entrate ha chiarito che, nel caso si sfori la soglia dei 65 mila euro, il regime forfettario cessa a partire dall’anno successivo a quello in cui viene meno il requisito del limite di ricavi e compensi fissato nella misura di 65mila euro, indipendentemente dall’ammontare dei ricavi che è stato realizzato nell’anno.

ESEMPIO: un professionista che nel 2018 ha realizzato compensi di ammontare non superiore a 65mila euro, nel 2019 può applicare il regime forfettario anche se i proventi di questo esercizio risulteranno molto superiori. Passerà ad applicare il regime ordinario, cessando quello forfetario, a partire dall’anno 2020.

Quindi il superamento dei 65mila euro di ricavi o compensi comporta l’uscita dal prelievo sostitutivo nell’anno d’imposta successivo e non fa perdere subito il beneficio della fla tax al 15 per cento.

Per saperne di più su tutte le misure fiscali inserite in Legge di bilancio 2019 consigliamo questo E-book:

Legge di Bilancio 2019

Legge di Bilancio 2019

Giuseppe Moschella, 2019, Maggioli Editore

A fine anno e in extremis è stato dato il via libera definitivo da parte della Camera dei Deputati alla Legge di bilancio 2019. Questo nuovissimo ebook esamina le novità introdotte dalla Legge n. 145 del 30 dicembre 2018, pubblicata in Gazzetta Ufficiale il 31 dicembre 2018 ed entrata in...



© RIPRODUZIONE RISERVATA


1 COMMENTO

  1. Buongiorno,

    grazie per l’articolo!

    Una semplice domanda.

    Ipotizzando che un soggetto abbia aperto partita iva nel 2018 ed abbia SUPERATO la soglia dei 65 mila Euro al 31/12/2018, nella dichiarazione dei redditi per questo anno di esercizio, potrà quindi beneficiare quindi ugualmente della tassazione a regime forfettario ?

    Grazie.

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome