Home Lavoro Indennità di malattia con contratto a termine: come funziona

Indennità di malattia con contratto a termine: come funziona

Paolo Ballanti

Prima di addentrarci nell’indennità di malattia, ribadiamo che il contratto a termine rappresenta nell’ordinamento italiano una deroga alla forma comune di rapporto di lavoro rappresentata dall’impiego a tempo indeterminato. Per questo esistono una serie di limiti che vanno dalla durata complessiva fino alle proroghe, volti essenzialmente a contenerne l’utilizzo.

La particolarità del contratto a termine ha effetti anche sulle prestazioni previdenziali, come l’indennità di malattia a carico dell’INPS. La principale differenza rispetto al contratto a tempo indeterminato riguarda il periodo massimo indennizzabile.

Consulta lo speciale sulla Malattia

Indennità di malattia con contratto a termine: il limite di durata

Per i dipendenti a tempo indeterminato l’indennità a carico dell’Istituto è dovuta per un massimo di 180 giorni nell’anno solare.

Leggi anche “malattia e visita fiscale, come funziona: istruzioni Inps”

Ai dipendenti a termine il trattamento è garantito invece per un periodo non superiore a quello dell’attività lavorativa svolta nei 12 mesi precedenti l’evento di malattia e comunque nel rispetto del limite generale di 180 giorni. Qualora nel suddetto arco temporale il soggetto non possa far valere periodi lavorativi superiori ai 30 giorni, l’indennità è corrisposta per un massimo di 30 giorni nell’anno solare (in questi casi è l’INPS a provvedere direttamente all’erogazione del trattamento previa comunicazione da parte del datore).

Ad ogni modo, l’indennità di malattia non può essere corrisposta dal datore di lavoro per un numero di giornate superiore a quelle svolte presso di lui. Oltre, il trattamento di malattia è erogato direttamente dall’INPS, fino al limite massimo previsto per i dipendenti a tempo determinato.

A differenza del contratto a tempo indeterminato, il diritto all’indennità economica di malattia non permane dopo la cessazione del rapporto a termine. Si rammenta infatti che i lavoratori sospesi o cessati dal rapporto a tempo indeterminato hanno diritto alla prestazione INPS qualora la malattia insorga entro 60 giorni dalla sospensione o cessazione del contratto.

Indennità di malattia con contratto a termine: il trattamento economico

Sul trattamento economico non ci sono differenze rispetto al contratto a tempo indeterminato. Ciò significa che l’indennità conto INPS (anticipata dal datore di lavoro in busta paga e recuperata sui contributi da versare eccezion fatta per i casi di pagamento diretto) è prevista in favore degli operai dei settori:

  • industria ed artigianato;
  • commercio;
  • agricoltura

Tra i beneficiari anche gli impiegati del Commercio e gli apprendisti di tutti i settori.

Leggi anche “Malattia e assenza da lavoro, cosa fare: la guida Inps”

Nella generalità dei casi l’importo è pari al 50% della retribuzione media giornaliera per i giorni indennizzabili di malattia dal 4° al 20°. Dal 21° al 180° giorno di malattia l’indennità sale al 66,66% della retribuzione media giornaliera.

Indennità di malattia con contratto a termine: quando interviene il datore di lavoro

Tanto nei confronti dei dipendenti a tempo indeterminato quanto di quelli a termine il trattamento economico a carico del datore di lavoro (sia esso un’integrazione dell’indennità INPS o 100% conto azienda) è soggetto ai limiti di importo e durata fissati dalla contrattazione collettiva.

L’onere della retribuzione nei periodi di malattia è comunque interamente in capo al datore nelle seguenti ipotesi:

  • categorie escluse dall’indennità INPS;
  • primi 3 giorni di malattia (cosiddetta carenza);
  • giorni festivi per operai ed apprendisti, le festività cadenti di domenica per gli impiegati del settore Commercio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


15 COMMENTI

  1. Salve Valentina, Scaduto il contratto a termine non spetta più l’indennità di malattia INPS per eventi iniziati in costanza di contratto. Saluti.

  2. Buonasera..io ho terminato il contratto di lavoro il 30 giugno e sono andata in malattia dal 20 giugno e il medico mi ha dato la malattia fino al 20 luglio…avendo finito il contratto il 30 ed essendo ancora oggi in malattia fino al 20 luglio sono pagata?…grazue in anticipo…

  3. sano in malattia da giugno il 30 dello stesso mese mi e scaduto il contratto so che la malattia in percentuale dovrebbe sostenerla l INPS devo passare dal patronato?
    E come deve fare
    grazie
    torres Giulio

  4. Buongiorno spiego ho terminato il mio contratto di lavoro di 6 mesi tramite agenzia interinale il 20 Maggio in malattia,sui 6 mesi gli ultimi 2 mesi e mezzo fino alla scadenza del contratto lì ho passati in malattia,volevo sapere come funziona per la Naspi in quanto io ho fatto domanda avendo i requisiti e anche se ho fatto due mesi e mezzo di malattia gli altri mesi restanti ho lavorato quindi la disoccupazione mi spetta,ora sto attendendo risposte dall inps da un mese e mezzo tutto ciò che hanno fatto e stato mandarmi un messaggio oggi dicendo devo fare la visita dal medico legale quando avevo già portato un cerificato del mio medico di base dicendo ero adibita a tornare a lavoro?E mai possibile queste tempistiche?E la naspi dopo la visita ne avrò diritto?attendo risposte

  5. Salve, il 25/06/2019 sono stato assunto a tempo determinato fino al 25/10/2019 presso una ditta come operatore ecologico, il 27/06/2019 durante il lavoro sono svenuto per un colpo di calore ricoverato in ospedale per 20 ore, al momento sono in mutua fino al 10/07/2019 l’agenzia che mi ha assunto dice che mi pagherà solo i primi tre giorni. E giusto? e i rimanenti giorni chi li paga? In attesa di una vs gradita risposta Distinti Saluti.

  6. Buongiorno
    Esattamente un mese fa sono caduta dalle scale di casa prima di recarmi a lavoro. Son rimasta tre giorni in ospedale per una frattura ad una vertebra e ho la mutua fino al 30 di giugno; il 30 di giugno mi scadrà anche il contratto di lavoro.
    Come devo comportarmi?
    Grazie
    Cordialità

  7. Salve il 6 maggio ho avuto un incidente, il mio contratto scaduto il 10 maggio l’ospedale mi ha dato fino al 9 giugno il certificato, il contratto non mi è stato rinnovato la malattia a l’INPS contunua?

  8. Salve, dopo il primo giorno di prova mi trovo in malattia a causa di una operazione del 2012 ernia fiscale espulsa L5 S1 e con riconoscimento della malattia professionale da parte dell’inail.
    Nonostante la malattia professionale essendo in prova per quanto tempo posso stare in malattia?
    Grazie per l’attenzione saluti Antonio

  9. Buongiorno sono in muta dal 24 Aprile 2019, con contratto a termine il 27 aprile 2019, ma il pronto soccorso mi ha dato la mutua fino al 3 Maggio 2019. Cosa accade adesso?

  10. Buongiorno sono in malattia, dal 24 aprile, il contratto mi scade il 27 aprile, ma il pronto soccorso mi ha dato la mutua fino al 3 Maggio, cosa accade adesso.

  11. buonasera
    Il contratto mi scade a febbraio 2019, sono andato in malattia prima della scadenza e sono tutt’oggi ancora in malattia vi chiedo: il contratto smette di essere a fine febbraio oppure continua fin quando chiudo la malattia?
    grazie anticipato per la risposta
    saluti

  12. Buonasera ho subito un intervento chirurgico il 17 gennaio in malattia fino a 28 febbraio non ho ancora ricevuto l’indennità cosa devo fare?È non vogliono farmi rientrare al lavoro posso avviare la denuncia?

  13. Buonasera, mi é scaduto il contratto oggi. Ahimè ho avuto un incidente due giorni fa con certificato del pronto soccorso e periodo di malattia fino al 4 marzo. Ho comunque l’obbligo di rimanere a casa negli orari prestabiliti o decade dal momento che non vi è più un contratto di lavoro?? Premetto che ho fatto richiesta Naspi. Grazie

  14. sono in malattia dal 30 agosto 2018 con un contratto a termine mi aspetta il diritto di continuare l malattia

  15. buongiorno, se un lavoratore a tempo determinato dal 20 a aprile al 31 ottobre 2018 va in malattia fine giugno , non é più rientrato al lavoro, al 31 ottobre cessa comunque il rapporto o può’ proseguire con la malattia?
    In attesa saluto cordialmente
    Michele Tamburrino

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome