In merito alla Manovra 2019, “La pace fiscale si farà: è imprescindibile. Così come, con gradualità, attueremo flat tax, reddito di cittadinanza e riforma della legge Fornero”.

Annunci importanti sono arrivati dal premier Giuseppe Conte, a poche ore delle forti parole di Luigi Di Maio, che incalzava sostenendo una indisponibilità del Movimento 5 stelle a votare un condono fiscale.

Il premier punta i piedi nel corso di un’intervista a La Verità, ribadendo l’imprescindibilità di un provvedimento per pacificare i contribuenti con il Fisco italiano e affermando, sulle tensioni nella maggioranza, in vista della manovra, di ‘non aver mai visto vacillare’ il ministro Tria.

Consulta lo speciale Legge di bilancio 2019

Manovra 2019: Conte sulla pace fiscale

La pace fiscale, ha spiegato Conte non è un condono: “Noi proponiamo un meccanismo totalmente diverso dove l’azzeramento delle pendenze è funzionale per partire con un nuovo rapporto con il fisco”.

E poi ancora: “Il sistema attuale “oggi è iniquo e inefficiente. Dobbiamo partire con un progetto organico di riforma, basato su una nuova alleanza tra cittadino e fisco. Il fisco non deve essere visto come nemico”.

Manovra 2019: Conte sul reddito di cittadinanza

Conte è intervenuto anche sul discusso reddito di cittadinanza, bandiera che Luigi Di Maio sta sventolando a braccia spiegate, sostenendo l’importanza di questo intervento, ma ribadendo anche che la centralità della riforma dei centri per l’impiego, affinché questa misura possa davvero ottenere i risultati voluti.

Consulta lo speciale reddito di cittadinanza

“E’ necessario (la riforma dei centri) per far funzionare il reddito di cittadinanza, cioè per evitare che abbia una mera funzione assistenziale”, e ha sostenuto di guardare al modello tedesco.

Il premier parlato anche dei principali interventi della prossima manovra, confermando che ci saranno flat tax, reddito di cittadinanza e superamento della Fornero. “Vareremo tutto per gradi” affermato.

Consulta lo speciale Quota 100

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA


SCRIVI UN COMMENTO

Scrivi il tuo commento!
Inserisci il tuo nome