Concorso Polizia Municipale

È stato indetto il bando per il Concorso Polizia Municipale. La delibera era stata approvata dalla Giunta torinese il 15 maggio 2018. La selezione pubblica per la copertura, tramite contratto di formazione e lavoro della durata di 12 mesi, riguarda 50 posti nel profilo di Agente di Polizia Municipale. La scadenza per presentare la domanda è stata fissata per le ore 13:00 del 19 luglio 2018.

Come si presenta la domanda d’ammissione al Concorso Polizia Municipale

La domanda per essere ammessi al Concorso di Polizia Municipale va presentata utilizzando il modulo che si trova all’indirizzo http://www.comune.torino.it/concorsi/concorsi.shtml. Si può inviare esclusivamente tramite via telematica, seguendo le istruzioni indicate. Le domande vanno categoricamente trasmesse entro le 13:00 del 19 luglio 2018, data della scadenza.Un candidato non può dichiarare il falso nella domanda di ammissione, in caso contrario saranno applicate le sanzioni previste dal Codice penale.

Dopo essere stata stampata, la domanda di iscrizione andrà conservata con cura per essere consegnata nella sede d’esame nel giorno fissato per l’eventuale preselezione o prova scritta.

Chi può essere ammesso al Concorso Polizia Municipale

Per poter essere ammesso alla partecipazione del Concorso Polizia Municipale è necessario possedere determinati requisiti:

  • Cittadinanza italiana (requisito da possedere alla data di scadenza dell’avviso).
  • Diploma di maturità di scuola secondaria di secondo grado di durata quinquennale.
  • Età compresa tra i 18 e i 32 anni (non ancora compiuti al momento della stipula del contratto individuale di lavoro).
  • Requisiti fisici, visivi, uditivi da possedere al momento dell’assunzione in servizio. Ma anche assenza di alterazione neurologiche, di disturbi mentali e di patologie o menomazioni che comportano limiti funzionali rilevanti.
  • Patente di guida di categoria B.
  • Disponibilità al porto ed eventuale uso dell’arma.
  • Godimento dei diritti civili e politici, non aver subito condanna a pena detentiva per delitto non colposo (o non essere stato sottoposto a misura di prevenzione) e non essere stato espulso dalle Forze armate, dai Corpi militarmente organizzati o destituito dai pubblici uffici.

Quali sono le prove del Concorso Polizia Municipale

La selezione prevede una serie di prove, tra cui l’eventuale preselezione che verrà svolta nel caso in cui dovessero essere presentate più di 1500 domande. Poi sarà il turno della prova scritta, alla quale potranno essere ammessi fino a 1000 candidati che avranno ottenuto i migliori punteggi nella preselettiva. E per concludere arriverà anche il momento del colloquio, al quale verranno ammessi i candidati che nella prova scritta avranno conseguito un punteggio di almeno 36/60.

La data e la sede per sostenere il test preselettivo, verranno indicate nel sito internet http://www.comune.torino.it/concorsi/concorsi.shtml a partire dal 12 settembre 2018.

La graduatoria finale sarà espressa in centoventesimi e verrà stabilita in base alla somma dei punteggi ottenuti nella prova scritta e nel colloquio.

Segui tutte le novità sul nostro Speciale Concorsi Pubblici

Per prepararsi al meglio per il Concorso Polizia Municipale, consigliamo il manuale: “L’agente di polizia municipale e provinciale

© RIPRODUZIONE RISERVATA


SCRIVI UN COMMENTO

Scrivi il tuo commento!
Inserisci il tuo nome