La Legge di Bilancio 2018 ha approvato la proroga del Bonus Bebè anche per i bambini nati nel 2018. Con la recente circolare n. 50/2018 l’Inps ha spiegato tutte le novità relative a questa misura che prevede per i bimbi nati dal 1° Gennaio al 31 dicembre 2018 un assegno mensile di 80 euro (160 euro in caso di ISEE inferiore a 7.000 euro) fino al compimento del primo anno di vita o del primo anno di ingresso nel nucleo familiare in caso di di adozione.

Il Bonus Bebè fa riferimento attualmente a 2 normative di riferimento:

  • bonus bebè 2015 – 2017 in vigore dal 1° gennaio 2015,per le nascite e/o adozioni nel triennio 2015 – 2017, che prevede un assegno di 80 euro per una durata massima triennale e quindi ancora valido,
  • bonus bebè 2018 per le nascite e/o adozioni durante quest’anno che prevede un assegno pari a:
    • 80 euro al mese per massimo 12 mesi se il valore dell’ISEE minorenni non supera i 25.000 euro annui;
    • 160 euro al mese per massimo 12 mesi se il valore dell’ISEE minorenni non supera i 7.000 euro annui.

Requisiti per il Bonus Bebè 2018

Per presentare la domanda per il Bonus Bebè 2018 è necessario che il genitore richiedente sia in possesso dei seguenti requisiti:

  • cittadinanza italiana o di uno Stato dell’Unione Europea o in caso di cittadino di Stato extracomunitario, il permesso di soggiorno UE per soggiornanti di lungo periodo;
  • residenza in Italia;
  • convivenza con il figlio;
  • ISEE del nucleo familiare o del minore nei casi in cui lo stesso faccia nucleo a sé, non superiore ai 25.000 euro all’anno.

Per poter presentare la domanda il genitore deve presentare prima una DSU che contenga i dati del nuovo nato o adottato che consente all’Inps di rilasciare l’attestazione con l’ISEE (indicatore che permette di capire se si ha diritto o meno alla prestazione). Non sono valide quindi le Dichiarazioni sostitutive uniche in corso di validità, ma che non comprendono anche il nuovo nato.

Come presentare domanda per il Bonus Bebè 2018

Per accedere al bonus di natalità il genitore deve inviare la domanda telematicamente all’INPS  entro 90 giorni dalla nascita o dalla data di ingresso del minore nel nucleo familiare sul sito web dell’Inps, contattando il Contact Center Inps o attraverso i patronati.

In caso di parti o adozioni plurime il genitore deve presentare una domanda per ogni figlio.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA


SCRIVI UN COMMENTO

Scrivi il tuo commento!
Inserisci il tuo nome