concorso INPS

Nuovi passi avanti sull’Ape volontaria. Dopo la pubblicazione da parte dell’Inps della circolare, del simulatore di calcolo online e del form per la presentazione della domanda di certificazione, ora l’Ente previdenziale ha fornito le istruzioni alle banche e alle assicurazioni sulle modalità di adesione. Leggi anche Ape volontaria, al via da oggi le domande e il simulatore Inps

Con il messaggio 16 febbraio 2018, n. 737 l’Inps ha fornito le indicazioni sulle modalità di  comunicazione all’INPS della propria adesione o eventuale recesso dai rispettivi accordi quadro da parte degli istituti finanziatori e delle imprese assicuratrici.

Ricordiamo che gli istituti bancari e le imprese assicurative sono scelti tra quelli che aderiscono agli accordi quadro da stipulare tra il Ministro dell’economia e delle finanze e il Ministro del lavoro e delle politiche sociali e l’Associazione Bancaria Italiana (ABI) e l’Associazione Nazionale fra le Imprese Assicuratrici (ANIA) e altre imprese assicurative primarie.

Consulta lo Speciale Pensione Anticipata

Come banche e assicurazioni possono chiedere l’adesione all’Ape volontaria

L’Inps ha precisato che banche e assicurazioni possono richiedere l’adesione utilizzando gli appositi modelli allegati all’accordo, da inviare a dc.pensioni@postacert.inps.gov.it, specificando nell’oggetto il tipo di adesione (se è una banca o un’impresa assicuratrice).

Entro 30 giorni l’INPS rende operativa l’adesione.

Ricordiamo che le banche e le assicurazioni convenzionate possono recedere dalla convenzione, inviando richiesta all’istituto di previdenza e avviene con procedura automatica, ovvero se il recesso viene comunicato entro il 15 del mese, ha effetto dal primo giorno del mese successivo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


SCRIVI UN COMMENTO

Scrivi il tuo commento!
Inserisci il tuo nome