Home Fisco Evasione fiscale, l’Agenzia delle Entrate recupera 20 miliardi di euro

Evasione fiscale, l’Agenzia delle Entrate recupera 20 miliardi di euro

agenzia delle entrate

Nel 2017 la lotta all’evasione fiscale ha portato nelle casse dell’Agenzia delle Entrate 20,1 miliardi di euro, con un +5,8% rispetto al 2016. I risultati delle attività di recupero sono stati resi noti dal direttore generale Ernesto Maria Ruffini, alla presentazione dei risultati annuali.

Sul totale dei 20 miliardi di euro l’Agenzia precisa che:

  • 11 miliardi derivano dai versamenti diretti dei contribuenti a seguito dei controlli (+14,6%)
  • 7,4 miliardi derivano da ruoli,
  • 1,3 miliardi grazie alle lettere di compliance,
  • 400 milioni recuperati grazie alla prima versione della voluntary disclosure.

In calo del 15% il numero dei ricorsi in Commissione tributaria provinciale: 70mila nel 2017.

La Rottamazione cartelle ha portato 6,5 miliardi di euro

La nuova Agenzia della Riscossione, che ha sostituito Equitalia ha riscosso 12,7 miliardi di euro nel 2017 (+ 44% rispetto al 2016), in particolare:

  • 7 miliardi per conto di Agenzia delle entrate
  • 3,7 miliardi per conto di Inps e Inail
  • 0,8 miliardi per conto dei Comuni
  • 0,8 miliardi per conto di regioni, Casse previdenza e Camere di commercio
  • 0,4 miliardi per conto di ministeri, prefetture, altre agenzie.

Poco più di 6 miliardi di euro, sono stati raccolti dalla riscossione ordinaria +14,8% rispetto all’anno precedente.

La riscossione tramite rottamazione delle cartelle ha garantito un introito di 6,5 miliardi di euro, di questi 4 miliardi sono stati riscossi per conto dell’agenzia delle Entrate, 1,5 miliardi circa per conto di  Inps e Inail, 0,5 miliardi per conto dei Comuni e i rimanenti 0,5 miliardi  per Regioni, Casse di previdenza e Camere di Commercio.

Leggi anche Rottamazione cartelle, in arrivo 60 mila lettere dalle Entrate

Ricordiamo che nel 2017 i contribuenti che hanno presentato domanda di adesione alla rottamazione sono 1,5 milioni, mentre sono 6,3 milioni le cartelle e gli avvisi di pagamento. Sul totale dei contribuenti il 25% ha scelto la rata unica, mentre il 71% sta pagando in 5 rate e il restante 4% ha scelto una delle altre opzioni.

La maggior parte dei contribuenti ha scelto di presentare la propria istanza online  (66%), mentre il 32% lo ha fatto presso gli sportelli dell’Agenzia e il 2% tramite posta.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome